rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità

Il runner che corre per pagare lo stipendio al cameriere di Pizzaut

La bella iniziativa benefica promossa da Silvano Ambrosoni. Ecco come aiutarlo

100 km di corsa per raccogliere fondi per pagare lo stipendio al nuovo pizzaiolo di Pizzaut. Questa l'impresa sportiva - ma soprattutto solidale - che ha deciso di abbracciare Silvano Ambrosoni di Cernusco sul Naviglio (nel Milanese) grande appassionato di corsa, ma soprattutto tifoso e sostenitore della prima pizzeria italiana gestita da persone autistiche.

Come sostenerlo

Silvano ha deciso di aiutare Pizzaut facendo quello che tanto ama: correre. Il suo sogno è partecipare e tagliare il traguardo della 100 km del Passatore che si disputerà sabato 21 maggio. Partenza da Firenze salita fino al Mugello e poi su, fino al Passo della Colla, per poi scendere dalle creste degli Appennini fino a Faenza, attraversando due tra le regioni più belle d’Italia. Da Firenze si sale su fino a 913 mt e poi giù, tutti d’un fiato, gli ultimi 50 km. Una corsa impegnativa durante la quale Silvano - attraverso la rete - chiede l'aiuto degli amici reali e virtuali. Ha così aperto una raccolta fondi: i suoi sostenitori potranno donare 5 euro al km, 20 euro per "lanciare" una barretta energetica quando Silvano sarà in crisi, 30 euro per la borraccia di integratori. ma si potrà essere ancora più generosi lanciando una bella secchiata d0acqua fresca al costo di 50 euro. 

I ragazzi di Pizzaut come modello

"Corri con me - ha scritto Ambrosoni nella presentazione del suo progetto - accompagnami tra le salite dell’Appennino Tosco-Emiliano e, giunti insieme al traguardo, potremo dire di aver compiuto un’impresa che avrà il sapore dell’inclusione e il profumo della pizza più buona della galassia conosciuta!". Cioè quello della pizza di Pizzaut.  Una sfida il runner milanese spera di vincere. Prendendo proprio spunto dalla tenacia, dalla forza e dalla capacità di affrontare le sfide che Nico Acampora e i suoi ragazzi hanno dimostrato in questi anni. La capacità di andare oltre quelli che, solo all'apparenza sono ostacoli. La forza e la tenacia di aver creduto nelle potenzialità di quei ragazzi che sono riusciti, non solo ad imparare un lavoro, ma soprattutto a diventare autonomi e quindi poter progettare il proprio futuro. 

"Nulla è impossibile a Pizzaut"

"Tutti gli dicevano che sarebbe stato impossibile mettere al lavoro un’intera squadra di ragazzi autistici riuniti intorno ad una pizza: mai avrebbero potuto cucinare, servire, prendere gli ordini e mantenere il controllo in sala - aggiunge Silvano Ambrosoni -.  Nico non ha mai mollato, ha accarezzato il suo limite senza mai sedersi; lo ha spinto sempre un po’ più in là fino a costruire quel miracolo che oggi è PizzAut: un’associazione e un ristorante in grado di dare lavoro a oltre 10 ragazzi autistici, creare un movimento d’opinione e progettare l’apertura di un nuovo ristorante a Monza. Per i grandi sogni però servono grandi risorse: molti hanno creduto in me e io, con questa impresa, voglio credere che un nuovo ragazzo autistico possa entrare a far parte della squadra di PizzAut".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il runner che corre per pagare lo stipendio al cameriere di Pizzaut

MonzaToday è in caricamento