Ostetriche in maternità, turni massacranti e niente ferie: l'allarme del sindacato

A lanciare l'allarme sulla condizione di lavoro delle ostetriche del reparto di maternità dell'ospedale di Desio è Tania Goldonetto, segretaria generale della Funzione Pubblica Cgil di Monza e Brianza

Un quarto delle ostriche del reparto a casa in maternità e turni massacranti per le colleghe rimaste in servizio che, per garantire una assistenza adeguata alle neomamme in corsia sono state costrette anche a rinunciare alle ferie. A puntare l'attenzione sulle condizioni lavorative delle ostetriche del reparto di Maternità dell'ospedale di Desio è stato il sindacato.

“Il reparto ostetricia è uno dei reparti che, anche durante la pandemia, non ha mai cessato o ridotto la propria attività, che vanta oltre i 1300 parti circa l’anno. Ma quando finalmente anche le ostetriche potevano pensare al meritato riposo le ferie rimangono un sogno”, spiega Tania Goldonetto, segretaria generale della Funzione Pubblica Cgil di Monza e Brianza.

“Oggi più di un quarto delle ostetriche sono assenti per maternità, ed è una cosa meravigliosa, ma il personale rimasto non solo ha dovuto rinunciare volontariamente alle ferie già programmate e autorizzate a giugno, ma è sottoposto a turni massacranti e senza tregua”, commenta Goldonetto, che aggiunge: “Come sindacato abbiamo immediatamente denunciato il grave problema alla direzione in una comunicazione di fine maggio e lo abbiamo ribadito nell’incontro del 9 di giugno: chiediamo un intervento immediato al fine di poter consentire alle ostetriche di desio di fermarsi e riposare. le ferie sono e rimangono un diritto importante irrinunciabile”.

“La direzione – continua – ci ha risposto che ‘ci stanno lavorando’. A noi risulta che sono in calendario solamente tre assunzioni delle quali, però, solo una dovrebbe essere perfezionata a metà luglio. Ma non basta. non sono comunque sufficienti. Chiediamo che si intervenga nel più breve tempo possibile senza ulteriori indugi. Esistono altri sistemi per poter intervenire ed integrare il personale mancante, che le attivino”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le mamme che si rivolgono all’ospedale di Desio sanno che li possono trovare personale amorevole e preparato ma la stanchezza e l’assenza di molte ostetriche rischia di compromettere seriamente la garanzia del servizio”, conclude la segretaria generale Fp Cgil di Monza e Brianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Tragedia in Croazia, uccide la moglie poi si suicida: la coppia era originaria di Monza

  • Cesano Maderno, bimbo positivo al covid: tampone e "quarantena" per tutta la classe

  • Ubriaco travolge coppia in moto sulla Valassina poi scappa: morta donna monzese

  • Misinto, aperto al traffico un nuovo tratto della provinciale Sp 152

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento