Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Vaccino anticovid ai 40enni, quando potrà essere prenotato in Lombardia?

Il generale Figliuolo ha dato il via libera (formale) alle prenotazioni ma per il momento la squadra di Fontana non si è ancora pronunciata

Mercoledì 12 maggio è arrivato il via libera della struttura commissariale guidata dal generale Francesco Figliuolo per le vaccinazioni anticovid dei 40enni. Le regioni e le province autonome, tra cui la Lombardia, hanno ricevuto una comunicazione in cui è stato scritto che "per consentire una migliore programmazione si dà facoltà alle Regioni e alle Province autonome di avviare le prenotazioni dal prossimo 17 maggio anche per i cittadini over 40, ovvero nati nel 1981".

Per il momento, tuttavia, la squadra di Attilio Fontana non ha reso noto quando questa fascia di età potrà prenotare il vaccino. Tradotto? Per il momento — in Lombardia — le prenotazioni per le persone nate fino al 1981 restano chiuse, ma forse qualcosa potrebbe cambiare nei prossimi giorni. La nota del generale Figliuolo, tuttavia, è chiara e parla di "assoluta necessità di continuare a mantenere particolare attenzione per i soggetti fragili, classi di età over 60, cittadini che presentano comorbilità, fino a garantirne la massima copertura".

Lombardia: chi può prenotare il vaccino

In Lombardia — oltre a persone fragili di qualsiasi età e caregiver — possono prenotare il vaccino tutti gli over50. E gli altri? Il calendario presentato il 1° aprile da Bertolaso prevedeva che le prenotazioni del siero per gli under49 sarebbero partite il 13 giugno se la macchina vaccinale avesse viaggiato sulle 65mila somministrazioni al giorno; il 14 maggio se avesse viaggiato sulle 144mila inoculazioni giornaliere. Attualmente le "punture" quotidiane sono circa 90mila e non è escluso che le prenotazioni potrebbero partire entro fine mese.

Moratti: "Abbiamo scorte fino a fine maggio"

Per il momento in Lombardia ci sono scorte di vaccino fino a fine mese. "Ci auguriamo che con il mese di giugno così come sembra, ci sia una fornitura importante per poter dare una dose di vaccino a tutti entro l’estate". Lo ha detto la vicepresidente della Regione Lombardia e assessore al Welfare Letizia Moratti, a margine della vaccinazione della nazionale italiana di pallavolo femminile che si è tenuta al Palazzo delle Scintille a Milano nel pomeriggio di mercoledì 12 maggio

Sulle forniture "non ci sono novità al momento", ha spiegato Moratti. Che ha aggiunto: "Noi abbiamo dosi sufficienti a riempire le agende di questo mese, agende che ci viene chiesto di tenere molto più basse della nostra capacità vaccinale".

"Siamo — ha proseguito Letizia Moratti — a più di 4,3 milioni di vaccini somministrati. Abbiamo messo in sicurezza le fasce più a rischio e toccato anche un milione di prenotazioni per i 50enni. Questo ci rende molto soddisfatti: la campagna vaccinale qui in regione Lombardia è percepita come uno strumento utile e importante per poter tornare a una vita normale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino anticovid ai 40enni, quando potrà essere prenotato in Lombardia?

MonzaToday è in caricamento