rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
publisher partner

Vega Day 2022: a Monza si parla del futuro di trasporti e logistica

Tradizionale appuntamento con il top del settore

Monza capitale, per un giorno, dei trasporti e della logistica. Direttamente con i protagonisti di quella grande macchina industriale e umana che c'è dietro al mondo dei trasporti. Grande successo (e grandi ospiti) per la 14esima edizione del Vega Day che si è svolto nella mattinata di venerdì 2 settembre al ristorante Saint Georges Premier, all'interno del Parco di Monza. Un evento nato nel 2009 con il debutto della prima edizione dell’Annuario Trucks & Vans e che nel 2021 ha visto il debutto del primo numero di MDT Players, volume dedicato alle eccellenze del trasporto e della logistica che nel 2022 celebra la sua seconda ricca edizione. La manifestazione è stata promossa da Vega Editrice - storica casa editrice del settore dei trasporti che da 40 anni dà voce ai protagonisti - e dal suo mensile Il Mondo dei Trasporti. 

Preoccupazioni e problemi

Anche quest'anno numerosi gli ospiti che hanno parlato in occasione del convegno organizzato prima della consegna dei premi durante il quale gli addetti ai lavori hanno fatto il punto della situazione sui trasporti in Italia alla luce di due anni di emergenza sanitaria e oggi dei forti rincari in particolare del carburante. Gli addetti ai lavori - che operano nelle maggiori aziende nazionali ed internazionali dei trasporti e della logistica - non hanno nascosto le loro preoccupazioni. Non solo quelle legate ai forti rincari che rischiano di far chiudere aziende, ma soprattutto quelle che rischiano di mettere in seria difficoltà le famiglie. Con la conseguente diminuzione dei consumi che va ad intaccare inesorabilmente anche il settore dei trasporti. Un settore che, come hanno spiegato i relatori, è sempre più tecnologico e all'avanguardia, attento al rispetto dell'ambiente e alla ricerca di carburanti green. Un occhio di attenzione non solo al semplice mezzo, ma anche a chi lo guida e a chi lavora nel settore. 

Un momento della cerimonia

Vega Day 2-3

Vega Day 2022

Il Vega Day 2022 si accompagna alla presentazione di MDT Players 2022, seconda edizione della recentissima proposta editoriale che Vega Editrice ha deciso di mettere in cantiere per sottolineare ancora di più l’opera preziosa di tante aziende coinvolte con grande spirito imprenditoriale nel sistema del trasporto e della logistica, così fondamentale per l’economia del Paese. Il volume, che dal 2021 sostituisce l’Annuario Trucks & Vans, porta il titolo di “MDT Players. Ecccellenza del Trasporto e della Logistica” e contiene il profilo storico-attuale di importanti aziende protagoniste di questo mondo, dai costruttori di truck, van, trailer e bus, agli allestitori, ai produttori di componentistica, alle società di servizi e di noleggio di truck e van, per finire ai dealer e soprattutto alle aziende di trasporto e di logistica. Il volume è stato realizzato dal team de Il Mondo dei Trasporti.

I premiati

L'incontro si è concluso con la tradizionale consegna dei premi. Personaggio dell'anno Nicola Torello (amministratore unico di Torello Trasporti & Logistica azienda fondata nel 1975); la Ralla d'Oro a Michele Mastagni, amministratore delegato di Kogel Italia; gli MDt Award sono stati assegnati al Network Euromaster protagonista di una formidabile escalation; ad Alessandro Oitana una carriera dedicata ad Iveco; a SMET gruppo campano che conferma la sua leadership europea nell'intermodale; Premiati anche Andrea Reali, responsabile vendite di Rossi Veicoli e Alessandro Smania, Direttore Marketing e comunicazione di Man Truck & Bus.

Le interviste

Paolo Altieri (direttore Il Mondo dei Trasporti) 

Quali sono i passaggi fondamentali dell'edizione 2022 del Vega Day e può essere visto come un'occasione per discutere delle possibili soluzioni dei problemi?

Quest'anno Vega Day festeggia i 15 anni di storia. Sono stati 15 anni che hanno segnato le tappe più importanti dell'evoluzione del sistema trasporti e logistica. Il Vega Day si conferma ogni anno un appuntamento importante per gli addetti del settore perché grazie all'esperienza che abbiamo acquisito attraverso il mensile Il Mondo dei Trasporti ci consente di focalizzare l'attenzione sui grandi temi. Quest'anno ancora di più. Un settore, quello dei trasporti e della logistica, che in questo 2022 sta attraversando un periodo molto delicato: la crisi energetica, la guerra in Ucraina, le elezioni politiche che non ci consentono di avere un governo stabile. Il tutto dopo essere usciti dai difficili anni dell'emergenza pandemica. Durante la giornata del Vega Day abbiamo la possibilità di fare il punto della situazione con gli operatori del settore e di cercare di individuare eventuali soluzioni per tamponare le difficoltà più urgenti. L'aumento del costo del trasporto non è legato solo all'aumento del prezzo del carburante. 
Il Vega Day vuole dimostrare che questo è un settore fondamentale per l'economia del Paese e che certamente non è arrivato al canto del cigno. Anche perché non dimentichiamoci che se ogni mattina vogliamo trovare i beni e i prodotti che ci servono nei negozi, negli ospedali, nei negozi e nelle fabbriche dobbiamo mettere il settore dei trasporti nelle condizioni di funzionare, lungo tutta la sua filiera, dalla produzione alla distribuzione. 

Alessandro Smania (Direttore Marketing e Comunicazione di Man Truck & Bus).

Che cosa significa oggi gestire l'immagine di un brand importante come Man e in che modo il pubblico guarda e giudica il settore dei trasporti e gli sforzi di chi vi ci lavora?

Gestire l'immagine del nostro brand è un lavoro di continua ricerca di bilanciamento tra tanti fattori. Mentre un tempo si puntava sulle caratteristiche e sulla qualità del prodotto oggi questi elementi vengono dati dai clienti per assodati. Il cliente si aspetta che, naturalmente, quel prodotto sia fatto a regola d'arte. La novità rispetto al passato è che si punta sulla passione degli imprenditori che hanno dato vita all'azienda. 
Invece per quanto riguarda l'immagine che le persone hanno degli operatori del settore, più che di mille parole mi basta ricordare un evento al quale ho assistito. In piena pandemia quando al supermercato si entrava in fila indiana e contingentati fuori da uno store c'era un camionista che, parcheggiato il suo mezzo, si è messo in fila. Le persone lo hanno fatto passare, ringraziandolo per il prezioso lavoro che stava facendo. L'uomo, commosso, è entrato al supermercato e ha comprato il panino per il pranzo. Ora questo grande sforzo compiuto dal settore deve essere riconosciuto dalla politica. E a chi ha l'idea del camion come quel grande "mostro" che percorre le nostre strade voglio ricordare che i mezzi sono supertecnologici e sicuri, e i camionisti costantemente monitorati e aggiornati. 

Marco Cassago (Managing Director As24). 

As24 è una rete dedicata ai professionisti del trasporto: quali sono i punti di forza della vostra soluzione?

In primis la sicurezza. Le nostre carte chip non solo clonabili. Abbiamo una rete capillare: abbiamo 15 filiali e siamo presenti in 25 Paesi nel mondo. Fondamentale l'ascolto del cliente. Abbiamo grande attenzione per l'ambiente con l'utilizzo di prodotti di ultima generazione che producono minori emissioni.  Inoltre abbiamo diversi dispositivi di riscossione del pedaggio con apparati omologati - PASSango - in grado di funzionare in 17 Paese. A breve in 20. Abbiamo riformato anche il portale del cliente che può organizzare in base ai suoi viaggi e Gps in grado di ottimizzare il percorso in Italia e all'estero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MonzaToday è in caricamento