Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Carate Brianza

Lite tra giovanissimi writer per un graffito: arrestato un 16enne per tentato omicidio

L'aggressione martedì pomeriggio lungo la ciclabile che corre parallela alla Valassina tra Carate e Seregno. La vittima è in prognosi riservata

Non si conoscevano ma condividevano la stessa passione per la street art e i graffiti e proprio da una banale contesa sui muri da usare come "tela" è nato il diverbio sfociato martedì pomeriggio in una sanguinosa aggressione.

A Carate Brianza, in via San Salvatore, all'imbocco della pista ciclabile che corre parallela alla Valassina al confine con Seregno, un ragazzo di 15 anni residente in paese, è stato ferito al torace con un coltellino dal rivale. Anche lui minorenne, italiano e anche lui writer.

In carcere, al Beccaria, con l'accusa di tentato omicidio, è finito un sedicenne incensurato di Seregno. Dopo l'aggressione, martedì pomeriggio, il ragazzino era scappato via prima che sul posto potessero arrivare i carabinieri. Grazie alla testimonianze dei giovani che si trovavano lì al momento dei fatti, i militari della compagnia di Seregno hanno ricostruito la dinamica dell'aggressione e individuato il responsabile.

Un appuntamento sulla ciclabile fissato per chiarire il diverbio, la discussione nata per contendersi i muri del sottopasso della Valassina, i toni che si sono accesi, le parole grosse e alla fine un coltellino. Il ragazzo è stato ferito al "torace sinistro posteriore basso" ed è stato trasferito d'urgenza all'ospedale San Gerardo da un'ambulanza. Nell'ospedale monzese il 15enne è ancora ricoverato in gravi condizioni in prognosi riservata ma non versa in pericolo di vita.

Il suo aggressore invece ora si trova in carcere. Il coltello che il sedicenne ha usato come arma è stato rinvenuto dai carabinieri in un cespuglio lì vicino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra giovanissimi writer per un graffito: arrestato un 16enne per tentato omicidio

MonzaToday è in caricamento