Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca San Gerardo / Via Giambattista Pergolesi, 33

Cantiere al San Gerardo, i malati finiscono in un seminterrato

I lavori all'Ospedale hanno determinato una riorganizzazione degli spazi dedicati ai pazienti. I malati di leucemia sono stati trasferiti a Villa Serena dove l'ambulatorio è più simile a un seminterrato che a una clinica

Anche se tra qualche anno, a lavori ultimati, l’Ospedale San Gerardo avrà nuovi settori e un edificio di 25 mila metri quadrati con laboratori all’avanguardia, ambulatori e altri posti letto, per chi vi è ricoverato adesso invece la situazione non promette migliorie a breve termine.

Le manovre d’intervento edilizio hanno inevitabilmente determinato la riduzione degli spazi disponibili per i vari settori con il conseguente trasferimento di alcuni pazienti.

I primi a pagare per questa riorganizzazione logistica sono stati i malati di leucemia in cura presso il reparto di Via Pergolesi che sono stati trasferiti a Villa Serena in quello che più che un ambulatorio somiglia a un seminterrato chiuso e con poca luce.

Una situazione che non fa piacere né ai pazienti né al responsabile del reparto, il dottor Carlo Gambacorti Passerini, che ha deciso di sospendere momentaneamente l’attività clinica mentre l’associazione che riunisce i malati sta facendo sentire la propria voce.

Più pragmatica la direttrice di presidio Laura Radice che al Cittadino Mb ha riassunto l'episodio così: “Un cantiere porta a degli inevitabili disagi. Il centro riavrà tutti i suoi spazi tra due anni, nel frattempo abbiamo fatto del nostro meglio per allestire un nuovo ambulatorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere al San Gerardo, i malati finiscono in un seminterrato

MonzaToday è in caricamento