The Place to Be, la nuova sede di Alcatel Lucent a Vimercate

La nuova sede di Alcatel-Lucent è stata inaugurata lunedì: ospita un migliaio di dipendenti, sorge all'interno del parco tecnologico Energy Park e copre un'area di 33.000 mq, di cui 7.000 per laboratori di ricerca e sviluppo

All'interno dell'Energy Park

La nuova sede di Alcatel-Lucent, che ospita un migliaio di dipendenti, tra cui molti ricercatori, sorge all’interno del parco tecnologico Energy Park e copre un’area di 33.000 mq, di cui 7.000 per laboratori di ricerca e sviluppo.

L'inaugurazione della nuova sede della multinazionale francese leader nel settore delle tecnologie per le reti di telecomunicazione è avvenuta lunedì a Vimercate: a chiudere quattro giorni di porte aperte dei nuovi spazi dell'azienda ci sarà giovedì il premier Matteo Renzi.

La visita del Presidente del Consiglio percorrerà tutti gli spazi presentati al pubblico durante la manifestazione che, nonostante le preoccupazioni occupazionali e sul futuro dei dipendenti dopo gli esuberi annunciati dalla multinazionale, ha confermato una volontà da parte dell'azienda a investire in Italia.

Il nuovo quartier generale di Alcatel Lucent in Italia è costituito da cinque edifici all’avanguardia, ecosostenibili e di design, nei quali trovano spazio aree ad uso ufficio organizzate in open space e sale meeting pensate per le diverse esigenze.

In una delle palazzine trovano spazio anche gli uffici e le aule training di Alcatel-Lucent University, che è parte di una rete internazionale che gestisce ed eroga corsi di formazione tecnica e manageriale a dipendenti e clienti di tutto il mondo. Un altro edificio ospita i centri di ricerca sulle tecnologie ottiche WDM e di trasmissione su ponti radio, oltre al centro di supporto tecnico sulle reti ottiche, che sviluppano e supportano prodotti destinati ai mercati mondiali.

La presentazione dei nuovi spazi è stata anche l'occasione per riaffermare un rapporto di collaborazione tra Alcatel-Lucent e Fondazione Politecnico di Milano.

I due partner hanno annunciato di aver siglato un accordo per estendere la collaborazione sulla ricerca e sviluppo nell’ambito delle reti ottiche di nuova generazione. Continua così la collaborazione tra i laboratori italiani di Alcatel-Lucent e l’ateneo milanese, che ha già prodotto importanti risultati per lo sviluppo delle comunicazioni mondiali. In forza dell’accordo, i ricercatori dell’università supporteranno i laboratori R&D di Alcatel-Lucent nello sviluppo di soluzioni ottiche ad alta capacità e sostenibili, che permettano cioè il trasporto dei dati sulle reti ottimizzando l’uso delle risorse degli operatori e riducendo la potenza dissipata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento