Morti in Brianza per avvelenamento da tallio, si indaga per omicidio colposo

La Procura di Monza ha aperto un fascicolo dopo le due morti avvenute all'ospedale di Desio

Immagine di repertorio

Nuovi esami, nuovi ricoveri e nuove indagini. Gli inquirenti stanno continuando a lavorare senza sosta per far luce sulle morti per sospetto avvelenamento da tallio che in Brianza ha causato la morte di Patrizia Del Zotto e del padre di 94 anni, Giovanni Battista Del Zotto.

Giovanni Battista Del Zotto-2

La Provura di Monza ha aperto un fascicolo e si indaga per omicidio colposo e lesioni contro ignoti. Gli accertamenti sono nelle mani dei carabinieri di Desio che in collaborazione con quelli di Latisana (Udine) stanno indagando per riuscire a ricostruire la natura dell'avvelenamento.

Intanto erano stati ricoverati in ospedale anche P.S., la badante, ricoverata in Neurologia in condizioni stabili e R.E., 64 anni, marito di Patrizia, la donna deceduta. L'uomo era stato ricoverato martedì sera dopo che gli esami aveva riscontrato elevate concentrazioni di tallio nel sangue e i suoi parametri al momento sono stabili. Si trovano ancora in ospedale invece D.Z. L., 58 anni, ricoverata in Neurologia e la madre di 87 an le cui condizioni sono ancora critiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento