rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca Besana in Brianza

Arrivano i Nas: messi i sigilli alla farmacia brianzola

Si tratta della farmacia di Renate dove la farmacista continuava la sua attività pur non avendo concluso il percorso vaccinale

I Nas mettono i sigilli alla farmacia di Renate.

Alla fine del 2021 la farmacia era già stata chiusa perché, in seguito a un controllo congiunto di Ats Brianza e dei carabinieri della stazione di Besana, era risultato che la farmacista non era in regola con il ciclo vaccinale.

Non essendovi un direttore sanitario con i requisiti previsti, si è quindi proceduto a eseguire la chiusura temporanea della farmacia e a denunciare la donna in stato di libertà per esercizio abusivo della professione sanitaria e inosservanza dell’ordine in materia sanitaria.

Una mancanza che aveva già portato l'ordine dei farmacisti a sospendere la professionista brianzola. Quella del farmacista è una professione che prevede l'obbligo vaccinale, così come imposto a tutte le professioni sanitarie, ai docenti, al personale scolastico e alle forze dell'ordine.

Nei giorni scorsi i carabinieri dei Nas di Milano, il personale dell'Ats Brianza e i carabinieri di Besana hanno messo i sigilli alla farmacia che, già nei giorni precedenti, aveva comunque chiuso i battenti dopo una brevissima riapertura durata meno di 48 ore.

Ats il 5 gennaio ha imposto la nuova chiusura a tempo indeterminato. 

Una vicenda che era salita alla ribalta delle cronache locali e nazionali, e che con l'attuale chiusura dell'attività sta creando numerosi disagi ai cittadini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano i Nas: messi i sigilli alla farmacia brianzola

MonzaToday è in caricamento