menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lea Garofalo, sciolta nell'acido per aver parlato: il pm potrebbe non chiedere le aggravanti per 'ndrangheta

In un pezzo del Corriere la denuncia della famiglia della donna uccisa a Monza: il pubblico ministero potrebbe chiedere una condanna per "semplice" delitto passionale per il marito Carlo Cosco

Non c'è pace per Lea Garofalo, la donna che denunciò il marito e i parenti e per vendetta fu fatta sparire e sciolta nell'acido a San Fruttuoso, poco distante dal centro di Monza. Il pm di Milano Marcello Tatangelo non ha  finora chiesto l'aggravante della matrice mafiosa: il processo rischia così di ridursi a un "semplice" delitto d'onore, accusa l'avvocato Roberto D'Ippolito, legale della madre e della sorella di Lea Garofalo nel processo contro Carlo Cosco, ex marito della vittima e padre di sua figlia. Il caso è stato sollevato da un articolo di Giovanni Bianconi  sul Corriere della Sera di ieri.

La fattispecie del delitto d'onore, obietta sostanzialmente il legale della famiglia,  non coglie il complesso quadro criminale in cui l'episodio è maturato, e che è stato ricostruito grazie anche alle testimonianze di alcuni pentiti. Non solo. Il cronista del Corriere sottolinea come un magistrato di Campobasso abbia già condannato uno degli imputati per il tentato sequestro della Garofalo, avvenuto sei mesi prima di quello riuscito che si concluse con la morte della donna, con l'aggravante della finalità mafiosa.


Il processo contro Carlo Cosco è giunto alle battute finali. Spetta ora al pubblico ministero richiedere la pena che riterrà appropriata alla Corte D'Assise. Ma derubricare il delitto di Lea Garofalo a delitto d'onore è un "omaggio" a quella visione secondo cui la mafia - o camorra, o 'ndrangheta - non esistono al Nord.  Una visione smentita dai fatti dell'inchiesta "Infinito" che nel luglio 2010 portò in carcere decine di persone legate ai clan calabresi, dalla quotidianità che molte persone in Brianza si trovano a vivere. E soprattutto, una visione che conviene solo ai mafiosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento