Cronaca

Fino a 150 euro di multa per chi usa i botti a Capodanno a Lissone

Nuove limitazioni anche per gli articoli pirotecnici più "innocui", e sanzioni da 50 a 150 euro per chi viola i divieti sul territorio comunale

Dopo Desio, anche Lissone ha deciso di vietare botti e petardi.

Sul territorio comunale, per la verità, in ogni periodo dell’anno è vietato l’utilizzo dei fuochi d’artificio nei luoghi pubblici o privati. E i fuochi di categoria F3 ed F4, quelli più potenti, hanno una disciplina molto rigida.

Per i fuochi di categoria F1 o F2 (le “miccette” e le fontane), che sono di libera vendita (ma quelli di categoria F2 possono essere acquistati solo da maggiorenni), l’articolo 30 del nuovo Regolamento di Polizia Urbana impone, anche al fine di tutelare il riposo delle persone e la salute degli animali, che possano essere utilizzati restando a debita distanza da animali e anziani. Per lo stesso motivo è vietato far esplodere petardi o altri artifizi pirotecnici in prossimità degli ospedali o dei luoghi di culto.

Il divieto di utilizzo vale negli spazi pubblici o privati, coperti o scoperti, e in generale in tutte le vie, piazze e aree pubbliche dove è
consentito il transito delle persone. Oltre alle sanzioni penali previste dalla legge, in questi ultimi casi sono previste sanzioni amministrative da un minimo di 50 ad un massimo di 150 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a 150 euro di multa per chi usa i botti a Capodanno a Lissone

MonzaToday è in caricamento