Street Art, i muri di viale Libertà si colorano di murales "legali"

Un tocco di colore ai muri grigi dei giardini di viale Libertà. Ci hanno pensato i ragazzi del Centro Giovani Mapelli, armati di bombolette e talento, con il "permesso" dell'Amministrazione.

Ragazzi al lavoro ai giardini di viale Libertà

MONZA - Un tocco di colore ai muri grigi dei giardini di viale Libertà. Ci hanno pensato i ragazzi del Centro Giovani Mapelli, armati di bombolette e talento, con il "permesso" dell'Amministrazione. 

La storia comincia da lontano, ma non troppo. Attraverso gli educatori, i writers hanno presentato al Comune le bozze delle "tag" e dei disegni che intendevano realizzare. Un iter abbastanza rapido, prima di mettersi all'opera. 

"I ragazzi sono stati entusiasti di poter avere degli spazi in cui esprimere la loro creatività - spiega Laura Chiaverri, tra  i responsabili del Centro -  Sperano di poter ripetere l'esperienza, magari segnalando personalmente al Comune delle zone da riqualificare". 

ARTE CONTEMPORANEA - La parte più significativa del progetto deve ancora vedere la luce: creare una lista delle zone da riqualificare in tutta la città, e coinvolgere i giovani artisti.

Lo scopo è ovvio: regalare un po' di bellezza a quartieri e periferie spesso degradati. Evitando le forme estreme di vandalismo, ma cercando di canalizzare un'energia che scorre sottotraccia e non trova sfogo. Del resto, fu proprio la patinata Milano (assessore Sgarbi) a sdoganare nel 2007 la Street Art aprendole le porte del PAC, uno dei tempi dell'arte contemporanea. L'esposizione si rivelò un successo.  

INTERMEDIARI - Il Centro Giovani è disponibile a fare da intermediario con il Palazzo per la richiesta dei permessi e l'organizzazione delle sessioni di realizzazione delle opere. "Potrebbe essere un primo passo per avere una città più bella e dare opportunità ai ragazzi di praticare, nella legalità, una forma di arte spesso incompresa" affermano gli educatori del Centro Giovani Mapelli. Una forma d'arte che come nessun altra ha saputo esprimere il disagio, i flussi e le ansie delle città moderne.  

Gli autori  dei murales sono: Cristian Petrino, che frequenta l'Università Cattolica e vorrebbe specializzarsi in Beni Culturali (ex studente dell'Istituto d'Arte cittadino); Mattia Castiglia studente dell'ISA; Filippo Goldoni (studente ISA) e Christian Milano (studente del Mapelli).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento