menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La solidarietà aumenta: ecco dove consegnare le scorte per la cucina da campo

L'appello del gruppo Facebook EasyMonza ha riscosso un grande successo. Dopo le sorelle Diligenti altri commercianti di Monza e Brianza hanno dato la disponibilità a ritirare le scorte alimentari che poi vengono consegnate alla cucina da campo di Monza

I commercianti monzesi trasformano i loro negozi in dispensa: a Monza scoppia il virus della solidarietà e diversi negozianti decidono di aprire le porte delle loro botteghe come punto di raccolta per la cucina da campo (nella foto del gruppo facebook Ristoratori Riuniti) allestita dagli Alpini e dalla Protezione Civile.

A lanciare l’input le sorelle Sonia e Silvana Diligenti della parruccheria “Sonia Hair” di via Cavallotti che settimana scorsa, attraverso il gruppo facebook EasyMonza, avevano promosso l’iniziativa.
Avevano invitato gli utenti a riempire il carrello della spesa con qualche prodotto in più; poi bastava portare il sacchetto in negozio (nei giorni e negli orari di apertura) e realizzare un breve video in cui si elencavano i prodotti acquistati. L’appello di Sonia e Silvana ha riscosso un grande successo: in molti in questi giorni sono andati nel loro salone a consegnare la spesa che poi viene ritirata dai volontari della cucina da campo.

Adesso i punti di raccolta aumentano. Hanno confermato la loro disponibilità il distributore di benzina di via Monte Santo 14, “Le Bontà di Bacco” in via Umberto I, la lavanderia Sole via Borsa 65, la cartoleria Lucchini di via Borsa 70, il lavasecco “2 Elle” di viale Libertà 93, e la parruccheria Marite di via Casati 7 ad Arcore. C’è poi chi dà una mano anche in cucina a lavare le pentole, a sbucciare le patate e a preparare le verdure.

Gli organizzatori di questa spesa solidale ricordano che la dispensa ha sempre bisogno di essere rifornita: pasta corta e lunga, riso, legumi, scatolame, passata e polpa di pomodoro. Poi a dosare gli ingredienti e a preparare gli oltre trecento pasti giornalieri (tra pranzo e cena) ci pensano i cuochi del gruppo Ristoratori Uniti. I pasti poi vengono consegnati dai tifosi della Curva Pieri e dai volontari dell’associazione Bran.Co Onlus.

Una generosità straordinaria dimostrata, non solo dai singoli cittadini, ma anche da numerose aziende di Monza e Brianza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento