Omicidio Andrea La Rosa, l'amico e presunto killer si difende e nega: "Non sono stato io"

Raffaele Rullo, fermato per l'omicidio dell'ex calciatore, risponde al Gip. Sua mamma tace

La vittima e i due presunti killer

"Sono innocente". Ha respinto tutte le accuse Raffaele Rullo, il tecnico informatico di trentacinque anni fermato - insieme a sua mamma, la cinquantanovenne Antonietta Biancaniello - per l'omicidio di Andrea La Rosa, l'ex calciatore e attuale direttore sportivo del Brugherio calcio scomparso da Milano il 14 novembre scorso e trovato morto giovedì. 

A ucciderlo, secondo le indagini dei carabinieri, sarebbero stati proprio Raffaele e Antonietta, che avrebbero attirato la vittima in una trappola e l'avrebbero ammazzata per non dovergli restituire quei 38mila euro che Andrea aveva prestato al presunto killer, con cui da un paio di anni era diventato amico.

Così, dopo aver intascato gli ultimi ottomila euro del prestito - proprio la sera del 14 novembre - mamma e figlio avrebbero narcotizzato l'ex calciatore, lo avrebbero portato in una cantina del condominio al civico 20 di via Cogne - dove vive Antonietta - e lo avrebbero messo in un fusto cercando di accelerare la decomposizione del corpo con l'acido

Poi, avrebbero portato quello stesso fusto in un'officina, almeno fino a giovedì, quando la donna ha caricato il cadavere in auto ed è partita alla volta di Varedo, dove ad attenderla c'era suo figlio. Lì, in un garage dove sono stati trovati ventiquattro litri di acido muriatico, i due avrebbero voluto terminare il lavoro facendo sparire per sempre il corpo di Andrea, come Raffaele aveva studiato su internet cercando la storia del piccolo Giuseppe Di Matteo, ucciso e fatto sparire proprio in una vasca d'acido dal mafioso Giovanni Brusca. 

Una volta fermata dai carabinieri col fusto e il corpo di Andrea in auto, la donna è rimasta impassibile e glaciale, prima di ammettere in caserma di aver fatto tutto da sola, anche se i militari e il pm Eugenio Fusco non le hanno creduto.

Domenica, durante l'interrogatorio per la convalida del fermo, Raffaele si è limitato a dire "sono innocente". Davanti al Gip, sua madre Antonietta ha fatto invece scena muta. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento