rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Ambiente

Gli animalisti insorgono: "Scandalo al Parco, hanno devastato le tane degli animali"

Nei giorni scorsi sono stati eseguiti alcuni interventi di sistemazione del verde

 "Non si può andare avanti così. Ancora una volta ci si è dimenticati che nel Parco vivono gli animali selvatici. Animali che questa volta non sono stati messi in pericolo dai proprietari dei cani che non rispettano il regolamento, ma da chi gestisce il Parco. Infatti negli interventi di sfalcio è stato raso al suolo anche il sottobosco, spazio prezioso dove gli animali si possono rifugiare, ma anche dove costruiscono le loro tane". 

La denuncia è di Barbara Zizza, referente della Lega italiana difesa animali e ambiente (Leidaa) di Monza e Brianza. Zizza già in passato aveva sollevato il problemi di sfalci che non tengono conto delle esigenze degli animali che vivono nel Parco. Nei giorni scorsi gli addetti sono tornati al lavoro, eseguendo alcuni interventi nella zona della roggia che hanno fatto subito salire Zizza (e altri animalisti) sulle barricate. “È una vergogna. Ben venga la sistemazione dei prati, ma non solo nel rispetto estetico, ma anche e soprattutto nel rispetto degli animali - prosegue -. Ancora una volta è stato eseguito uno sfalcio che non ha tenuto conto di questo aspetto: è stato sfalciato il sottobosco. Dove andranno a ripararsi e a costruire le loro tane i selvatici? In passato durante gli sfalci erano stati uccisi anche alcuni ricci". La referente della Leidaa chiede un tavolo di confronto del Consorzio Parco e Villa e dell'amministrazione comunale con le associazioni animaliste e con i volontari che ogni giorno cercano di difendere e di preservare la fauna selvatica che vive nel grande polmone verde monzese. 

"Si presta tanta attenzione allo sfalcio perfetto dei prati distruggendo il sottobosco riparo degli animali, e poi non si presta altrettanta attenzione al ritiro della plastica che i frequentatori maleducati abbandonano soprattutto nel fine settimane e durante i grandi eventi - conclude -. Il Parco è un patrimonio di tutti, anche degli animali che qui ci vivono e che purtroppo non vengono tutelati". 

Dal Consorzio precisano che: "nell'ultima settimana sono stati eseguiti dei piccoli interventi di manutenzione della roggia che esce dal laghetto nei Giardini Reali. E' stato eseguito il taglio di una parte della vegetazione acquatica per permettere la pulizia della roggia. Il taglio non impedisce la ricrescita della vegetazione stessa nelle prossime settimane. Il periodo ideale ed idoneo per effettuare questo tipo di interventi è l'inverno, dove si riesce ad avere un minore impatto sulla fauna presente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli animalisti insorgono: "Scandalo al Parco, hanno devastato le tane degli animali"

MonzaToday è in caricamento