Cronaca

Piazza Cambiaghi allo sbando: "Chiediamo un presidio fisso delle forze dell'ordine"

A chiederlo il Comitato di piazza Cambiaghi. I residenti sono esasperati e temono per la loro incolumità. "Adesso inizia anche a circolare la droga, i senzatetto minacciano con i coltelli"

Foto inviata dal Comitato di piazza Cambiaghi

Piazza Cambiaghi i residenti non hanno pace e chiedono un presidio fisso delle forze dell’ordine. La situazione di degrado non accenna a diminuire e con l’arrivo della bella stagione temono che possa peggiorare.  Intanto sotto i portici della centralissima piazza a  pochi passi dal Duomo spuntano anche i materassi. “Noi non ce la facciamo più – racconta a MonzaToday uno dei componenti del Comitato di piazza Cambiaghi  -. Qui vivono circa 8 persone, ma il gruppo durante la giornata sale a 13, c'è anche una donna. Si lavano e si spogliano alla luce del sole”.

"Abbiamo paura, minacciano i nostri figli"

I residenti e i frequentatori della piazza temono che la situazione possa degenerare: recentemente starebbe iniziando a circolare anche la droga. “Adesso non è solo una questione di igiene, ma anche di sicurezza – prosegue -. Minacciano i ragazzini con le armi bianche. Fortunatamente non ci sono stati episodi gravi, spesso i coltelli vengono solo mostrati”. Ma prima che la situazione degeneri il Comitato di piazza Cambiaghi chiede un intervento delle istituzioni. “Chiediamo un presidio fisso delle forze dell’ordine, anche solo temporaneo – conclude-. Lo chiediamo al Comune e al Prefetto: la piazza Cambiaghi e la zona della stazione sono, in un certo senso, connesse. Sono terra di nessuno. Ringraziamo l'assessore Arena per quello che sta facendo, ma serve di più”. Il Comitato chiede anche “una pulizia settimanale dell’area, non solo nei giorni del mercato e non solo l’area delle bancarelle; la pulizia di strade e marciapiedi”.

Furti quotidiani nel vicino supermercato

A confermare la situazione denunciata dal Comitato di piazza Cambiaghi anche il direttore del vicino supermercato di via Porta Lodi. “I furti, purtroppo, sono all’ordine del giorno – conferma il direttore a MonzaToday -. È un controllo continuo, mi sembra di giocare a guardie e ladri”. I furti sono ad opera dei senzatetto che vivono nella piazza. “Ho dovuto mettere vino e liquori sottochiave – continua -. Rubano cioccolato, caffè, accessori che poi rivendono a metà prezzo ai frequentatori della piazza”. Oltre, naturalmente, ai furti di cibo. “Se le inventano tutte per rubarci affettati e formaggi – aggiunge -. Ogni giorno siamo in contatto con le forze dell’ordine. Rispetto a prima la situazione è un po’ migliorata: adesso dobbiamo vedercela solo con i furti dei gruppi che vivono nella piazza, prima anche con quelli che frequentavano i giardinetti di via Azzone Visconti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cambiaghi allo sbando: "Chiediamo un presidio fisso delle forze dell'ordine"

MonzaToday è in caricamento