rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Furti e denunce

Il 14enne che prova a vendere ai carabinieri una bici rubata

Il furto era stato commesso in un liceo brianzolo. Dopo la denuncia i carabinieri si sono finti clienti e hanno concordato un appuntamento

E' andato a scuola in bicicletta e all'uscita, alla fine delle lezioni, non l'ha più trovata ancorata alla rastrelliera fuori dall'istituto. E così insieme al papà ha sporto denuncia presso i carabinieri. E sono iniziate le indagini.

Il padre del ragazzino - che ha 15 anni e frequenta un liceo cittadino a Meda - ha effettuato una ricerca su internet e sulla pagina e-commerce di Facebook ha trovato un annuncio relativo alla vendita di una bici identica a quella portata via al figlio qualche giorno prima. Ed è scattata la "trappola".

E' stato contattato il venditore e, concordato l’acquisto, è stato fissato un incontro presso l’Esselunga di Lissone nel tardo pomeriggio. All'incontro però si sono presentati anche i carabinieri. I militari, come già avvenuto in casi analoghi accaduti nei mesi scorsi, si sono presentati all’appuntamento. Fuori dal supermercato brianzolo è arrivato un ragazzo con una bicicletta spinta a mano: il giovane si guardava intorno come se stesse cercando qualcuno quindi i carabinieri si sono avvicinati all'adolescente e lo hanno fermato.

Si tratta di un 14enne di Seregno che è risultato essere noto all’Arma per una precedente rapina. Per il ragazzino è scattata una denuncia per ricettazione e il minorenne è stato riaffidato ai genitori. La bicicletta invece è tornata nelle mani del suo proprietario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 14enne che prova a vendere ai carabinieri una bici rubata

MonzaToday è in caricamento