Asfalti Brianza, dopo l'esposto in procura scattano i sigilli: area sotto sequestro

L'area dell'azienda è stata sottoposta a sequestro preventivo

Foto da archivio

Sequestro preventivo e sigilli. Mercoledì, al termine di un sopralluogo condotto dai Carabinieri di Concorezzo in collaborazione con i Carabinieri Forestali e con il supporto di Arpa e Procura di Monza, è stato disposto il sequestro preventivo dell'area di Asfalti Brianza, azienda attiva nella produzione di conglomerati bituminosi a Concorezzo, al confine con Monza e Brugherio.

I dettagli dell'operazione, come annunciato dal sindaco del comune di Concorezzo, Mauro Capitanio, sono stati resi noti durante il consiglio comunale programmato per la serata del 25 settembre. Per giovedì invece è in calendario il tavolo con i sindaci di Monza, Brugherio e Agrate Brianza, Arpa, Provincia di Monza e ATS per affrontare la questione.

La svolta nel caso Asfalti Brianza è arrivata in seguito alla presentazione, avvenuta martedì mattina, di un esposto in procura da parte del sindaco di Monza Dario Allevi per i “continui e gravi disagi olfattivi lamentati dalla cittadinanza” conseguenti all’attività dell’azienda.

Secondo quanto reso noto dagli uffici di piazza Trento e Trieste, a seguito dell’ultimo sopralluogo di ARPA, eseguito lo scorso 4 settembre, è stato accertato che la ditta non aveva provveduto ad installare impianti di abbattimento specifici per il trattamento di potenziali emissioni odorifere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monza Maestoso ha aperto le porte: ecco il centro commerciale nato dall'ex cinema

  • Concorso di Natale Esselunga: in palio 100 Mini, bracciali in oro con diamanti e iPhone

  • Incidente in tangenziale Est, schianto tra auto e moto: grave 51enne

  • Incidente tra auto e moto in tangenziale Est, morto 51enne al San Gerardo di Monza

  • Incidente in Valassina, scontro tra tre auto: due persone in ospedale

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MonzaToday è in caricamento