Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Triante / Via Duca degli Abruzzi

Monza, città contro i video-poker solo a parole

La realtà dei fatti è che le macchinette si trovano anche nei pressi dei luoghi sensibili. Un esempio: a Triante sono nel bar della parrocchia

Buoni propositi, belle parole ma tanta strada ancora da fare.

La battaglia annunciata da Regione Lombardia contro il gioco d'azzardo e le ludopatie a cui ha aderito anche il comune di Monza con una serie di misure tra cui un bando che offre incentivi a quanti scelgono di togliere le slot-machine dai propri locali, non è ancora stata vinta. Almeno nel capoluogo brianzolo.

Come riporta l'edizione del 19 agosto de "Il Giornale di Monza" le slot machine sono ovunque, anche a pochi passi da quei luoghi individuati come "sensibili" vicini a asili, scuole ed edifici di culto.

E' quanto accade a Triante all'interno del bar-bocciofila di via Duca degli Abruzzi, attaccato all'oratorio. Il locale è di proprietà della parrocchia ma la gestione è stata affidata a terzi. E anche qui ci sono videopoker. 

Non si tratta dell'unico caso e nemmeno di un'eccezione perchè tanti sono gli esercizi che ospitano videopoker in tratti frequentati da anziani, bambini e giovani. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza, città contro i video-poker solo a parole

MonzaToday è in caricamento