Sparatoria alle Groane, un morto e un ferito: in Brianza si spara per la droga

Identificata la vittima: si tratta di un giovane marocchino di 23 anni con precedenti per spaccio

La foto del luogo della sparatoria (Foto postata dal sindaco Dante Cattaneo)

E' Chajdali Nasreddine, 23 anni, marocchino con precedenti per droga, il giovane deceduto nella notte tra venerdì e sabato alle Groane.

Il conflitto a fuoco a Ceriano Laghetto oltre a provocare un ferito, un ragazzo italiano di 29 anni, colpito a un braccio e a una gamba da alcuni proiettili, ha anche fatto una vittima.

Il cadavere del giovane è stato scoperto solo sabato mattina, dopo l'allarme lanciato ai carabinieri di Desio, da un passante. Nascosto nei boschi del Parco delle Groane in prossimità di un albero, a pochi metri dai binari, è stato ritrovato il corpo senza vita di un ragazzo di 23 anni. Il cadavere presentava un vistoso ematoma alla testa e sangue sul volto e inizialmente si è solo ipotizzato che il ritovamento potesse avere un legame con quanto accaduto la sera prima nei boschi dello spaccio. 

La conferma ufficiale è giunta solo successivamente quando gli inquirenti hanno confermato che sul corpo del 23enne marocchino sono stati rinvenuti due fori da colpo di pistola, uno all'addome e uno alla testa. Quest'ultimo era passato inosservato a un primo esame del cadavere in quanto il poiettile si era conficcato in testa, in un punto coperto dai capelli. La morta è avvenuta con ogni certezza contestualmente alla sparatoria e i carabinieri della compagnia di Desio ora stanno cercando di far luce sulle cause che avrebbero portato a un epilogo così violento nell'ambito di questioni legate allo spaccio di droga.

Anche il 29enne italiano, residente a Paderno Dugnano, ferito a una gamba e a un braccio, risulta avere diversi precedenti alle spalle. Il giovane, tossicodipendente, si è fatto conoscere per piccole rapine che, probabilmente, commetteva per pagarsi la droga. Risulta inoltre che abbia anche affrontato un periodo di disintossicazione che però non ha avuto l'esito sperato.

Il giovane, soccorso in codice giallo, è stato accompagnato in ospedale al Niguarda di Milano dove è stato operato d’urgenza e risulta fuori pericolo. A causa delle importanti lesioni riportate al ginocchio però i medici lo stanno sottoponendo a dosaggi di morfina ed è sotto sedativi. Le indagini intanto proseguono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento