rotate-mobile
Cronaca

Pista ciclopedonale impraticabile per rovi e frasche: a sistemarla ci pensano i cittadini

Nalla mattinata di lunedì 19 giugno i rappresentanti dell'Usb si sono messi al lavoro

Ormai il fai da te è diventato un hobby molto diffuso tra i brianzoli. Dopo il caso di Claudio Trenta che a Barlassina ha riparato una buca in mezzo alla strada (beccandosi una multa), adesso sono alcuni componenti dell’Usb di Monza a scendere in campo. In questo caso non per sistemare le voragini, ma per segnalare i rami da tagliare delle piante lungo il canale Villoresi. Un problema più volte segnalato anche sui social ma non ancora risolto. Così che nella mattinata di lunedì 19 giugno Gianni Romano dell’Usb di Monza, insieme ad alcuni volontari e ai giovani del gruppo Monza Young Foundation, armati di cesoia hanno mostrato le pecche che si incontrano lungo la pista ciclopedonale monzese (ma non solo).

“Non vogliamo certo sostituirci ai giardinieri - spiega Romano a MonzaToday -. Ma è da tempo  che segnaliamo il problema e vedendo che nessuno nel frattempo è intervenuto, abbiamo deciso di fare da soli. Questa non è la sola situazione di alberi che lungo la città necessitano di una potatura. Abbiamo ricevuto segnalazioni anche in altre zone della città e ci stiamo organizzando”. Intanto arriva una buona notizia: lungo via Solferino è stato potato quell’albero, interno al vecchio ospedale di Monza, che occupava con i rami e le foglie il passaggio ciclopedonale. Un problema per i bambini e le maestre che ogni giorno percorrono quel tratto della via per raggiungere il centro Ambrosini. 

L’Usb non si ferma, così come i giovani bengalesi del gruppo Monza Young Foundation che già nelle scorse settimane hanno aiutato Romano e altri volontari a sistemare l’area esterna alla sede all’interno dell’ex Macello.

Articolo aggiornato il 19 giugno alle 14.43.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista ciclopedonale impraticabile per rovi e frasche: a sistemarla ci pensano i cittadini

MonzaToday è in caricamento