Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Sanità, superticket regionale dimezzato da 30 a 15: al via dall'1 luglio

Dal primo luglio 1,5 milioni di lombardi potranno usufruire del ticket regionale dimezzato

Saranno un milione e mezzo i lombardi che dal 1 luglio 2018 vedrano il ticket sanitario dimezzato, da trenta a quindici euro.

"Abbiamo individuato la data del 1 luglio - ha spiegato Giulio Gallera, assessore regionale al welfare - per dare modo agli erogatori di aggiornare i propri sistemi informatici ed evitare disguidi". Ne beneficeranno coloro che, nel 2017, hanno usufruito di visite ed esami specialistici pagando un superticket superiore a 15 euro. Il costo massimo del ticket sarà quindi di 51 euro (36 nazionale e 15 regionale) e non più 66 (36 più 30). La cifra massima riguarda, per esempio, la Tac del torace o la risonanza magnetica della colonna vertebrale, così come la colonscopia che oggi costa 58,8 euro (22,8 regionale).

Di conseguenza, il superticket mediamente pagato per ricetta in Lombardia sarà di 7,80 euro invece di 10 euro (media italiana). Per questo provvedimento, la Regione ha stanziato 20 milioni di euro che si aggiungono ai 70 per le esenzioni aggiuntive rispetto a quelle nazionali, che riguardano gli utenti fino a 14 anni e gli adulti particolarmente fragili (disoccupati, cassintegrati, over 65enni con reddito fino a 38.500 euro anziché 36.151 fissati dalle esenzion nazionali). 

"Voglio ricordare - ha concluso l'assessore alla Sanità - che dei 7.66.615 assistiti lombardi che usufruiscono di prestazioni ambulatoriali il 62%, non paga già oggi il ticket. Questi soggetti beneficiano del 70% delle prescrizioni di specialistica erogate (27 milioni) e del 74% del valore economico delle prestazioni erogate". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, superticket regionale dimezzato da 30 a 15: al via dall'1 luglio

MonzaToday è in caricamento