"Il Parco di Monza deve diventare la capitale dei grandi concerti": la proposta

Dopo l'esperienza del Liga Rock Park per i giovani Padani della Brianza Monza è pronta per ospitare altri grandi eventi

Luciano Ligabue sul palco di Monza

Un successo. Così i Giovani padani di Monza e Brianza hanno definito il doppio live dal Parco di Monza di Luciano Ligabue e hanno lanciato una proposta.

Il Parco di Monza deve essere trasformato nella capitale dei grande concerti. Lo ha dichiarato il consigliere provinciale leghista Andrea Villa insieme al coordinatore dei Giovani padani di Monza e Brianza Alessandro Corbetta.

“Questi concerti – spiegano Villa e Corbetta - hanno portato prestigio e un grosso ritorno economico non solo a Monza, ma anche a tutta la Brianza: alberghi, bar, negozi e ristoranti ne sanno qualcosa. Certamente la gestione del traffico è da migliorare ma nel complesso l’organizzazione è stata impeccabile, infatti non ci sono stati particolari problemi e la nostra provincia ne ha guadagnato in termini di soldi e lavoro: segno che Monza e la Brianza sono pronti a ospitare i grandi concerti e che possiamo iniziare a pensare al Parco non solo come tempio dei motori, ma anche della musica. I grandi eventi che portano un beneficio alla nostra economia ed alla nostra immagine – concludono Villa e Corbetta - vanno promossi e incentivati". 

Intanto però non si placano le polemiche per le ricadute dell'evento sul Parco e il Comitato ha lanciato un nuovo appello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento