Governo Conte, quattro ministri sono lombardi

L'1 giugno il giuramento dei ministri del governo Lega-5 Stelle

Matteo Salvini

Matteo Salvini, Alberto Bonisoli, Marco Bussetti e Gian Marco Centinaio. Sono loro i quattro ministri lombardi del governo di Giuseppe Conte, professore di diritto privato e neo primo ministro. Il governo sarà retto dalla maggioranza Lega-5 Stelle con il sostegno esterno di Fratelli d'Italia. Uno di loro (Bonisoli) è stato candidato del Movimento 5 Stelle, gli altri tre sono esponenti della Lega.

Il primo è Matteo Salvini: segretario federale della Lega, sarà ministro dell'interno e vice presidente del consiglio (ruolo che condividerà con Luigi Di Maio). E' l'artefice del successo del suo movimento: dopo che è stata tolta la parola "Nord" dal simbolo (non ancora, ufficialmente, dal nome del partito), la Lega ha visto schizzare i consensi fino al 17% alle elezioni del 4 marzo 2018, superando Forza Italia e diventando il primo partito di centrodestra. Consigliere comunale a Milano fin dal 1993, è stato parlamentare (2008) e parlamentare europeo (dal 2009 al 2018). E' segretario della Lega dal mese di dicembre del 2013, succedendo a Roberto Maroni. 

Alberto Bonisoli sarà ministro dei beni culturali. E' entrato in politica nel 2018 candidandosi alla Camera dei Deputati per il Movimento 5 Stelle nel collegio uninominale del centro di Milano, senza essere eletto. Ha dichiarato di avere votato, alle precedenti elezioni del 2013, Scelta Civica di Mario Monti. Classe 1961, è di origine mantovana e vive a Castelletto Ticino (Novara), è laureato in Bocconi (dove ha anche insegnato) e attualmente è direttore della Naba, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Di Maio lo aveva indicato tra i ministri di un eventuale governo monocolore pentastellato.

Marco Bussetti, nato nel 1962, neo ministro dell'istruzione, spiccate simpatie leghiste senza però essere iscritto, è allenatore di pallacanestro e professore di educazione fisica ed è anche docente in Cattolica e all'Insubria. Nel 2011 è entrato nella direzione scolastica regionale lombarda, della quale dal 2015 è responsabile per l'ambito milanese. 

Gian Marco Centinaio, nato nel 1971, sarà ministro delle politiche agricole. Pavese, laureato in scienze politiche, nella sua città ha ricoperto diversi ruoli politici: in particolare è stato consigliere comunale dal 1996, poi vice sindaco e assessore alla cultura fino al 2014. Dal 2014 è anche capogruppo in Senato per la Lega Nord, ruolo che gli è stato riconfermato dopo le elezioni del 2018. 

A loro occorre aggiungere Giancarlo Giorgetti, numero due della Lega, più volte dato per papabile primo ministro, che sarà sottosegretario alla presidenza del consiglio. E' originario della provincia di Varese ed è commercialista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

Torna su
MonzaToday è in caricamento