Massaggi gratis per i dipendenti comunali con il mal di schiena

La giunta ha approvato il progetto "Gocce di benessere per la mia schiena": così i dipendenti comunali con problemi alle articolazioni potranno godere di massaggi gratuiti

La determinazione del comune di Monza - Repertorio

La salute dei dipendenti prima di tutto. Perché - comune di Monza dixit - “migliorare la qualità di vita dei lavoratori” e innalzare il loro “benessere” ricade positivamente “sulla prestazione lavorativa”. E, in effetti, l’amministrazione comunale sembra tenerci tanto, sia alla forma dei propri stipendiati, sia alle loro performance lavorative. 

Il segnale, inequivocabile, di questa attenzione è l’approvazione - datata 15/06/2015 - del progetto “Gocce di benessere per la mia schiena” e la relativa convenzione con Icom. Sostanzialmente, il dirigente responsabile del settore organizzazione, risorse umane, logistica e servizi ausiliari del Comune di Monza ha deciso di offrire ai propri “dipendenti affetti da disturbi muscolo-scheletrici”, “cicli di trattamenti osteopatici resi a titolo gratuito”. 

Tradotto, in parole poverissime: i dipendenti comunali con problemi alla schiena, al collo e alle articolazioni potranno godere di cicli di massaggi gratuiti offerti dall’Icom, “l’International college of osteopathic medicine”, con sede a Cinisello Balsamo in via Matteotti 62. 

MASSAGGI GRATIS: LA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL COMUNE - IL PDF 

L’accordo tra i due enti è arrivato dopo una proposta fatta dall’Icom all’amministrazione monzese l’8 maggio scorso. La giunta ha poi deciso di accettare, anche per tenere fede al “Piano triennale delle azioni positive” approvato con deliberazione numero 457 del 2 agosto 2012. Il progetto, al suo obiettivo numero 4, scrive il Comune, “contempla il tema della conciliazione, da realizzare attraverso iniziative che possano contribuire a migliorare la vita dei lavoratori”. 

Un massaggio - evidentemente è questo il pensiero in piazza Trento e Trieste - aiuta a migliorare la vita. Così, la giunta - senza discussione in Aula, come previsto dal regolamento - ha deciso di dire sì all’Icom e alla loro offerta. 

A poter godere dell’offerta, secondo quanto ricostruito da MonzaToday, saranno tutti i dipendenti comunali affetti da disturbi. I lavoratori saranno trattati - fuori dall’orario lavorativo - dagli studenti del quarto e quinto anno dell’International college of osteopathic medicine. 

Il progetto, si legge nella determinazione numero 960/2015, non ha alcun costo per il Comune. Anzi, si intende tra le righe, l’ufficio risorse umane ha deciso di accettare la proposta anche per “offrire nel contempo un’opportunità di applicazione delle competenze acquisite da parte degli studenti dell’Icom”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La salute dei dipendenti e il futuro degli studenti: il Comune di Monza ha davvero un cuore enorme. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento