Politica

"Fate tornare i ragazzi in pista: riaprite le discoteche": l'appello parte dalla Brianza

Il consigliere regionale della Lega Alessandro Corbetta presenta una mozione urgente al Pirellone

Voglia di ritornare in pista: dalla Brianza la richiesta di riaprire le discoteche (sia quelle all’aperto, sia quelle al chiuso). Il brianzolo Alessandro Corbetta, consigliere regionale della Lega, ha preparato una mozione urgente per chiedere al governatore Attilio Fontana e alla Giunta della Lombardia di attivarsi con il Governo per avere una data certa (non oltre la metà di luglio) per la riapertura in sicurezza delle discoteche.

 “Le discoteche - dichiara Corbetta - vanno riaperte al più presto. Gli altri Paesi europei hanno già fatto ripartire le attività mentre noi non abbiamo neanche una data certa”.

Corbetta sottolinea la differenza di vedute tra le varie forze politiche in merito alla ripartenza economica. “Ci sono forze politiche, come la Lega, che spingono per la riapertura - precisa - mentre Pd e M5S insieme al ministro della Salute Roberto Speranza, nel silenzio non solo si oppongono ma stanno facendo palesemente ostruzionismo. Sembra che stiano facendo di tutto per distruggere questo settore e far perdere migliaia di posti di lavoro”.

Secondo il consigliere regionale del Carroccio la Lombardia, e più in generale l’Italia, sarebbe pronta a far ripartire (in sicurezza) anche il comparto delle discoteche. “Rispetto all’anno scorso stavolta possiamo contare su strumenti di controllo, come tamponi, vaccinazioni e green pass che consentono ai giovani di poter ballare in piena sicurezza”, precisa .

“Auspico una immediata riapertura non solo per contrastare la crisi economica in un settore dove lavorano migliaia di addetti -  conclude - ma anche per favorire il ritorno alla normalità dei nostri ragazzi che devono prima possibile riappropriarsi dello loro vita sociale”.

Il giovane esponente del Carroccio sottolinea che il grande desiderio di ritornare alla normalità sta portando anche all’organizzazione  di eventi e rave party non autorizzati (e non controllati) con centinaia di persone dove il rischio contagio è elevatissimo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fate tornare i ragazzi in pista: riaprite le discoteche": l'appello parte dalla Brianza

MonzaToday è in caricamento