Attualità

Coronavirus: arriva il car sharing elettrico per gli operatori della Croce Rossa

I mezzi saranno messi a disposizione delle attività sociali che vengono costantemente richieste, come la consegna a domicilio della spesa o delle medicine

Gli operatori sanitari della Croce Rossa, oggi impegnati nella lotta al Coronavirus, avranno a disposizione due auto elettriche in car sharing. Auto che fanno parte della flotta destinata al nuovo sevizio di car sharing che partirà in città nelle prossime settimane "ma che, in un momento di emergenza, abbiamo deciso di “riconvertire” dando una mano a chi lavora giorno e notte per la nostra salute" ha spiegato l’Assessore alla Mobilità Federico Arena.

Le due Renault Zoe full electric sono state messe a disposizione dall’amministrazione comunale, Aevv Impianti ed E-Vai, che le hanno destinate alla sede monzese della Croce Rossa per tutto il periodo dell’emergenza sanitaria. "Abbiamo messo in campo uno sforzo comune tra pubblico e privato per dare una mano a chi è in prima linea nella lotta al Covid" ha commentato il indaco Dario Allevi.

"Ringrazio l’amministrazione comunale, Aevv Impianti e E-Vai per questo prezioso aiuto. In questa fase di emergenza sanitaria è importante avere mezzi a disposizione per le attività sociali che ci vengono costantemente richieste, come per esempio la consegna a domicilio della spesa o delle medicine. Un servizio che acquista adesso anche un valore ecologico: l’aiuto arriva a bordo di mezzi elettrici che rispettano l’ambiente. Un valore oggi più che mai fondamentale per salvaguardare il nostro mondo, ma anche la nostra salute" ha commentato Dario Funaro, presidente del Comitato di Monza della Croce Rossa Italiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: arriva il car sharing elettrico per gli operatori della Croce Rossa

MonzaToday è in caricamento