rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Scuola / Giussano

Il comune che anche quest'anno paga la mensa ai profughi ucraini

L'iniziativa dell'amministrazione di Giussano

Il comune di Giussano fa il bis: anche quest'anno il servizio mensa per i bambini e i ragazzi fuggiti dalla guerra in Ucraina e che frequentano le scuole della città saranno a carico dell'amministrazione. 

Il servizio di refezione scolastica sarà garantito ai profughi frequentanti le classi a tempo pieno dei plessi degli istituti comprensivi Piola di Giussano e don Rinaldo Beretta di Paina, che prevedono tempo prolungato e di conseguenza anche il servizio mensa. “Attraverso un’iniziativa concreta che va nella direzione di garantire l’integrazione scolastica degli studenti fuggiti dalla guerra che con le loro famiglie si sono stabiliti nella nostra città, l’amministrazione comunale di Giussano garantisce tutto il sostegno necessario per accogliere i giovani profughi e per inserirli nel contesto scolastico frequentato - spiega l’assessore all’Istruzione Sara Citterio -. Si tratta di numeri contenuti, ma la nostra attenzione sul tema rimane alta. Questa scelta si aggiunge alle tante iniziative che Giussano ha saputo mettere in campo sin dall’inizio dell’emergenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comune che anche quest'anno paga la mensa ai profughi ucraini

MonzaToday è in caricamento