Associazioni e privati fanno "quadrato" attorno all'ospedale di Desio: donato un nuovo monitor

L'apparecchio è stato comprato con i proventi di una giornata di beneficenza

Il monitor comprato con la raccolta fondi

Il 6 ottobre scorso una  giornata di svago con divertimenti per i più piccoli con clown, macchina per i popcorn e zucchero filato, trucca bimbi e il trenino per fare mini tour e per pranzare in compagnia con polenta, salsiccia e salamelle, panini e caldarroste e vin brulè. Nella giornata di mercoledì 5 dicembre all’ospedale di Desio si è concretizzato "frutto" della raccolta fondi.

Tutto si era svolto presso il piazzale dell’azienda Autotrasporti Zambonin, una delle ditte storiche di autotrasporti di Desio che si è fatta promotrice dell’evento, che ha saputo coinvolgere anche altri commercianti in partnership e il gruppo Alpini garantendo il successo della giornata.

"Alla signora Luisa Zambonin e a tutte le persone che hanno collaborato - sottolinea la dottoressa Tiziana Varisco, Direttore della Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale di Desio – è rivolto il nostro ringraziamento. Con le Coordinatrici abbiamo partecipato all’evento e abbiamo potuto constatare personalmente l’impegno e trascorrere alcune ore in allegria con gli organizzatori, i cittadini presenti, adulti e bambini, e gli alpini con la loro ben nota simpatia". 

Grazie alla raccolta fondi è stato acquistato il monitor VISMO NIHON KOHDEN donato e consegnato mercoledì al reparto. Si tratta di un apparecchio di monitoraggio touchscreen di utilizzo molto semplice e intuitivo, con elevata capacità di memoria e facile accesso alla consultazione dei dati. Un monitor multiparametrico con tecnologie innovative per il monitoraggio dei pazienti con analisi delle aritmie ad elevata affidabilità.

"È sempre più importante erogare le migliori cure con elevati standard di sicurezza e qualità – continua la dottoressa Varisco -. Questo monitor si aggiunge alle nuove apparecchiature acquisite in questi ultimi anni per garantire miglior assistenza e monitoraggio nei nostri piccoli pazienti con insufficienza respiratoria o in situazioni critiche e di emergenza".

"Le istituzioni hanno bisogno dell’aiuto della società civile. Questo gesto rende ancora più completa la gara di solidarietà a favore dei più piccoli", commenta Matteo Stocco, Direttore Generale della ASST di Monza.

"Siamo ormai tutti consapevoli dell’importanza di un continuo aggiornamento professionale per assicurare le migliori cure in termini di qualità ed efficacia ma sappiamo anche quanto sia importante l’aspetto tecnologico e strumentale – sottolinea ancora Tiziana Varisco -. Per questo a nome di tutti gli operatori, ma soprattutto dei piccoli pazienti e dei loro genitori, ringrazio chi continua ad impegnarsi con noi, per continuare ad offrire cure migliori con l’aiuto di alta tecnologia avanzata".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È molto importante fornire al personale medico e sanitario strumenti e macchinari sempre più innovativi per erogare le migliori cure possibili ai pazienti, in questo caso più piccoli – ha dichiarato il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala -. Come Regione proseguiamo con grande insistenza nell’aggiornamento di tutte le strumentazioni per far sì che le nostre strutture ospedaliere rimangano le eccellenze che ci invidiano in ogni parte d’Italia e non soltanto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grande caldo e temporali: a Monza scatta l'allerta meteo della protezione civile

  • Tampone obbligatorio per chi rientra da Croazia, Grecia, Malta e Spagna: come richiederlo

  • Un malore lo sorprende: muore a 43 anni Gianluca De Martino, volto noto del calcio giovanile

  • Tragico tuffo in piscina mentre è in vacanza: 40enne batte la testa e muore

  • Coronavirus, vacanze o viaggi all’estero e "quarantena": ecco le regole fino al 7 settembre

  • Che cosa fare nel weekend di Ferragosto per chi resta a Monza e Brianza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento