rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità Meda

Sui social offende gli uffici comunali: il sindaco lo querela

La decisione del comune di Meda

Con un post sulla pagina Facebook "Sei di Meda se..." aveva avuto parole pesanti contro l'amministrazione e alcuni uffici comunali. Un post che non è passato inosservato e il sindaco Luca Santambrogio ha deciso di passare alle vie legali. 

Come si può constatare dalla delibera di Giunta dello scorso 14 marzo pubblicata sull'albo pretorio del Comune, l'amministrazione ha deciso di difendersi querelando quell'utente che sulla pagina Facebook "Sei di Meda se.." aveva criticato l'operato di alcuni uffici.  Nel delibera, per ovvi motivi di riservatezza non viene citata la persona responsabile del commento, nè tanto bene viene reso il contenuto del post. Alla base della decisione di passare alle vie legali il fatto l'utente "ha pubblicato alcuni commenti post con contenuti ritenuti falsi, gravemente offensivi e diffamatori rispetto all’operato di questa Amministrazione Comunale, nell’ambito dell’area tecnica - si legge sulla delibera di Giunta -. Ritenuto che il contenuto di tali “post” sia diffamatorio e lesivo dell’immagine giuridico-istituzionale dell’Amministrazione nel suo complesso e non inerisca esclusivamente “alle persone” ma coinvolga il ruolo ricoperto. Ravvisata pertanto la necessità di dover tutelare gli interessi del Comune promuovendo tutte le azioni necessarie per la salvaguardia dell’onorabilità e del prestigio dell’intera Amministrazione Comunale, stante che le espressioni utilizzate sui social possono contenere ed integrare gli estremi della diffamazione aggravata e continuata, salvo altri reati di analoga o maggiore gravità". 

Da qui la scelta di affidarsi a un legale, l'avvocato Marco Giuseppe Negrini del Foro di Monza, che difenderà il Comune e i suoi dipendenti. Immediata anche la segnalazione sulla stessa pagina Facebook "Sei di Meda se..." dove l'amministratore chiede maggiore collaborazione agli utenti. E soprattutto maggior rispetto quando si esprimono commenti. "È accaduto ancora quello che non dovrebbe accadere mai - si legge sul gruppo Facebook cittadino. Gli amministratori di Sei di Meda sono stati contattati dai responsabili di alcuni uffici comunali, i quali riscontrano post di offese al personale degli uffici comunali stessi,offese pesanti,come del resto avevo già sottolineato nei post in questione, offese che sono passibili di denuncia e anche di questo avevo avvisato i responsabili dei post di cui si parla e infatti ci siamo, ancora una volta, l'ennesima direi,partiranno delle denunce a carico dei responsabili dei post. Noi amministratori non siamo né maestri delle elementari,né vigili,né infermieri per fermare la furia di sfoghi e insulti che taluni sfogano qui sopra,in modo totalmente gratuito,quindi vi inviatiamo nuovamente a leggere le regole del gruppo,che dovrebbero essere regole di buona educazione da applicare ovunque nella vita,non solo sui social".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sui social offende gli uffici comunali: il sindaco lo querela

MonzaToday è in caricamento