rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca San Fruttuoso / Viale Campania

Pizzaut, svelato il mistero: ecco dove aprirà la pizzeria a Monza

Ad annunciarlo Nico Acampora: "Nell'ex area industriale la seconda pizzeria che darà lavoro a venti ragazzi autistici"

Alla fine il mistero è stato svelato: Pizzaut a Monza sorgerà nell'ex area Philips. In quel grande hub di viale Campania dove ad aprile è partita la campagna vaccinale e dove entro la fine del 2022 aprirà la seconda pizzeria gestita da ragazzi autistici.

Il grande spazio, di proprietà dalla famiglia Bellazzi, ormai è diventato familiare ai monzesi e ai brianzoli che da sei mesi lo raggiungono per sottoporsi al vaccino anti convid. Ma quell'area tra poco cambierà completamente volto. Come annunciato settimana scorsa da MonzaToday la grande area diventerà un quartiere green e sostenibile, con un occhio di attenzione al terzo settore.

Quel terzo settore che, come confermato da Nico Acampora, il papà di Pizzaut, riguarda proprio l'apertura di una grande pizzeria dove potranno trovare lavoro ben venti persone autistiche. 

Nella palazzina dove un tempo c'era la mensa aziendale sorgerà la pizzeria che, come ricordano i ragazzi di Pizzaut, sforna la pizza più buona della galassia conosciuta. Un locale che  sarà il doppio di quello di Cassina de Pecchi. Come già ricordato da Acampora la pizzeria monzese avrà 300 coperti, verrà mantenuta la formula già avviata con successo del pranzo a mezzogiorno e dalla pizzeria alla sera. Una nuova avventura che, ormai, è ai blocchi di partenza e permetterà ai tanti affezionati di Pizzaut di riuscire a trovare più facilmente un tavolo. Oggi, infatti, per una serata da Pizzaut bisogna prenotare con largo anticipo. 

Acampora è già al lavoro: sostenuto da un team di professionisti e di amici (virtuali prima e reali poi) che da anni credono fortemente nella validità del progetto. Anche i ragazzi di Pizzaut vengono coinvolti direttamente nell'iniziativa: fondamentale ascoltare i loro consigli e le loro esigenze per la realizzazione di una pizzeria dove, accanto alla bontà delle margherite (ma non solo) che vengono sfornate, c'è un attento studio di ogni angolo: tavoli, sedie, percorsi, forni, cucina, menù il tutto pensato per essere facilmente accessibile anche a questi pizzaiolo e cameriere straordinari. 

"Per noi è una grande gioia - commenta Nico Acampora -. Aprire in un capoluogo di provincia, ma apire soprattutto in una città che da sempre ci vuole bene e ci sostiene". Una città alla quale è stata dedicata anche una pizza: la pizza EasyMonza in onore del gruppo Facebook che, fin da subito, ha creduto nella validità del progetto".

"Siamo felicissimi. Oltre alla pizzeria ci sarà uno spazio dedicato anche alla AutAcademy, dove è prevista la formazione dei ragazzi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzaut, svelato il mistero: ecco dove aprirà la pizzeria a Monza

MonzaToday è in caricamento