rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca

Falsificò la firma della moglie per i soldi: killer del tribunale a giudizio

Claudio Giardiello, l'autore della strage al tribunale di Milano, è accusato di truffa aggravata e falso. Avrebbe falsificato la firma di sua moglie su una fidejussione

Era in guai seri. La stessa disperazione e la follia che lo hanno portato a fare una strage al tribunale di Milano, lo avrebbero portato - poco prima - a falsificare la firma di sua moglie su alcune garanzie bancarie. 

La procura di Monza ha chiesto il giudizio immediato per truffa aggravata e falso per Claudio Giardiello, l’imprenditore edile che due settimane fa ha ucciso un giudice, un avvocato e un ex socio nel palazzo di Giustizia di Milano. 

Giardiello è accusato dalla procura di aver falsificato la firma dell'ex moglie su una fideiussione da 250mila euro. A chiedere il giudizio immediato è stato il pm monzese Salvatore Bellomo. 

Anche in questo procedimento il difensore di Claudio Giardiello sarà l’avvocato del foro di Monza, Nadia Savoca. 

Sparatoria al tribunale di Milano - LE FOTO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsificò la firma della moglie per i soldi: killer del tribunale a giudizio

MonzaToday è in caricamento