Neve a Monza, disagi in strada e lungo la rete ferroviaria: diverse corse sospese

La situazione relativa alla viabilità di giovedì 1 marzo

Difficoltà nel sottopasso di via Rota/Grassi (Foto Anna Mancuso/Facebook)

Monza si è risvegliata sotto un candido manto di neve e, puntuali, insieme allo spettacolo dei fiocchi, sono arrivati anche i disagi per chi si è messo al volante. Il comune di Monza, in seguito alle previsioni meteo e il livello di criticità ordinaria (codice giallo) diffuso dalla Protezione Civile Regionale, ha attivato il piano neve e già dalla serata di mercoledì in città sono entrati in azione mezzi spargisale per evitare la formazione di lastre di ghiaccio. 

Nella mattinata di giovedì qualche disagio lungo le strade si è registrato soprattutto in concomitanza con i sottopassi dove alcune vetture hanno fatto fatica a risalire. In particolare lungo il sottopasso di via Rota/Grassi diverse auto sono state costrette a invertire il senso di marcia per impossibilità di risalire il tratto del sottopasso, causando inevitabili disagi alla circolazione. Qualche problema lo ha causato anche il ghiaccio formatosi a tratti sulle strade.

Mezzi in azione in città per tutto il giorno

A partire dalle 10 in città sono entrati in azione i mezzi spargisale che resteranno operativi fino alle sedici (evitando gli orari di punta) per risolvere le criticità emerse particolarmente nei pressi dei sottopassi e sulla viabilità secondaria, con tratti di carreggiata ghiacciati. "Sulla viabilità primaria invece – come la scorsa notte – le operazioni di salatura avranno inizio a partire dalle ore 22" rendono noto dal municipio. "Purtroppo le temperature molto basse non rendono efficace l'azione del sale a lungo e le previsioni confermano anche per la giornata e la prossima notte lo stesso trend: si raccomanda pertanto la massima prudenza alla guida. Si consiglia, se possibile, di limitare l’utilizzo dell’automobile" si legge nella comunicazione. 

Maltempo, ridotto del 30% il servizio ferroviario 

La neve ha causato anche problemi ai pendolari. Nella serata di mercoledì 28 febbraio, RFI (Rete Ferroviaria Italiana) ha comunicato a Trenord che "stante le previsioni di nevicate e fenomeni di gelicidio", domani 1 marzo sarà attivato lo "Stato di emergenza grave PREVISTO nei Piani neve e gelo". La decisione di RFI ha comportato una riduzione di circa il 30% dell'offerta commerciale del servizio ferroviario regionale programmato in Lombardia. Non sono previste soppressioni/variazioni dei treni che circolano esclusivamente su rete di Ferrovie Nord e che collegano Milano Cadorna con Saronno, Malpensa, Varese/Laveno, Como Nord, Novara, Erba/Asso.

Tra le linee coinvolte dal piano Neve e Gelo anche la S9, Saronno-Seregno-MIlano-Albairate per cui non è previsto nessun servizio, spiega Trenord sul proprio sito, per la giornata di giovedì 1 marzo 2018.

Emergenza neve, mezzi in azione sulle strade provinciali

Anche la Provincia ha predisposto un piano neve per mettere in sicurezza gli oltre 200 Km di strade provinciali. Già nella tarda serata sono di mercoledì partite le operazioni di salatura a scopo preventivo per evitare la formazione di lastre di ghiaccio sul fondo del manto stradale mentre trenta lame resteranno in circolazione tutto il giorno finché continuerà a nevicare. Le previsioni diffuse dalla Protezione Civile presentano un livello di criticità ordinaria (codice giallo)  e pertanto non ci sono indicazioni per chiudere  le scuole superiori .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Maxi blitz della polizia ai giardinetti e un elicottero in volo sopra Monza

  • Il coronavirus torna a far paura: "Situazione può diventare esplosiva, adesso Monza rischia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento