Inaugurata la nuova palazzina di accoglienza dell'ospedale San Gerardo

Sei piani, 25mila metri di superficie e oltre 80 ambulatori specialistici. I pazienti potranno entrare a partire da lunedì 6 giugno

Sei piani, due interrati e quattro in superficie, 25mila mq, un centro unico di prenotazione con trenta sportelli, una galleria commerciale e 83 ambulatori specialistici. Il nuovo avancorpo del San Gerardo è finalmente pronto e giovedì, durante la cerimonia di inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità, c’è stato il taglio del nastro.

All'ingresso d accogliere i pazienti, che potranno entrare nel nuovo edificio a partire da 6 giugno, proprio nel giorno in cui la città festeggia San Gerardo, c'è un’opera d’arte, la scultura Ecce Homo, un omaggio da parte degli artigiani di APA Confartigianato Imprese del territorio di Monza e di Milano che rappresenta anche un auspicio per il nuovo corso verso i traguardi futuri della struttura sanitaria monzese da sempre simbolo di eccellenza. L’istallazione d’acciaio e plexiglass raffigura il DNA, il cuore del patrimonio genetico dell’uomo al centro anche dell’assistenza e della ricerca medica e sanitaria che la struttura da sempre mette a disposizione dei cittadini.

Il nuovo avancorpo accoglierà le attività ambulatoriali di ricovero diurno e le nuove accettazioni centralizzate. Al piano terra accanto a una confortevole area di accoglienza con 300 sedute troverà spazio il CUP, il centro unificato prenotazioni e il centro prelievi. Parte del piano poi sarà adibito a galleria commerciale con la “Pergolesi Shopping Gallery” che ospiterà varie attività commerciali e di ristorazione mentre nel seminterrato un auditorium con 350 posti a sedere completerà l'offerta della struttura. Ai piani superiori (primo, secondo e terzo) ci saranno oltre ottanta ambulatori specialistici ampi e dotati delle più moderne apparecchiature mentre il quarto piano sarà dedicato alle attività di chirurgia minore.

GUARDA IL VIDEO DEL CANTIERE

“E’ un piacere ma soprattutto un onore dirigere una struttura di eccellenza, riconosciuta a livello nazionale – ha dichiarato il dott. Matteo Stocco, Direttore Generale della Asst Monza che al suo discorso ha fatto precedere un lungo elenco di ringraziamenti alle autorità e ai dipendenti - E’ una struttura importante quella che andiamo ad inaugurare che coincide con il rilancio dell’azienda, passando da una riorganizzazione che vede nella realizzazione della prima fase uno dei tasselli più importanti”.

Mentre fuori dall'ospedale non è passato inosservato il presidio dei lavoratori che protestavano contro la gestione del cantiere e i ritardi, alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte il prefetto di Monza Giovanna Vilasi che si è detta "orgogliosa come cittadina e come rappresentante delle istituzioni di questo traguardo a cui ne seguiranno presto altri", il presidente della Provincia Gigi Ponti e il primo cittadino di Monza Roberto Scanagatti.

"Anche quest'anno San Gerardo ha fatto il miracolo verrebbe da dire" ha commentato il primo cittadino monzese, ringraziando il Direttore Generale Matteo Stocco per il contributo che ha saputo dare per sbloccare la situazione di impasse in cui era caduto vittima il cantiere e per l'importante risultato raggiunto nel consegnare una struttura all'avanguardia al servizio dei cittadini. 

Non di miracolo ma di importante risultato ha preferito parlare il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala, presente alla cerimonia di inaugurazione insieme ai consiglieri regionali Massimiliano Romeo ed Enrico Brambilla. "Noi oggi inauguriamo una struttura sicuramente all'avanguardia, come dimostra anche l'ingresso, che sarà l'unico vero ingresso dell'ospedale da ora, ma anche un investimento sulle strutture che vuole essere d'accompagnamento a tutti coloro che vi operano quotidianamente" ha detto Sala. "Il San Gerardo non è infatti, nè vuole essere, solo una struttura di avanguardia, ma è stato, nel tempo, una grande comunità - ha proseguito il vice presidente - che ha saputo aiutare chi qui entrava perchè ne aveva bisogno. Non considero dunque un miracolo l'apertura di questa parte del San Gerardo, ma è il frutto dell'impegno, della dedizione e della professionalità di tutti coloro che ci hanno lavorato".

Con l’inaugurazione della nuova palazzina a cui è stato destinato un investimento di 60 milioni di euro si è tagliato il traguardo della prima delle quattro fasi dell’intervento di riqualificazione dell’Ospedale San Gerardo. La nuova struttura è collegata al corpo centrale attraverso tre corridoi pedonali e l'ingresso della nuova palazzina di accoglienza presto sarà il nuovo volto con cui l'ospedale si preparerà ad accogliere i pazienti. 

Nei prossimi mesi poi proseguiranno gli interventi nel monoblocco e nell’avancorpo preesistente e i trasferimenti dei vari reparti: per limitare i disagi per i pazienti che potranno entrare nella nuova palazzina da lunedì 6 giugno la prossima settimana si predisporranno i traslochi e verrà potenziata l'attività del centro prelievi dell'ospedale Vecchio in previsione della sospensione dell'attività ambulatoriale di venerdì 3 giugno per ultimare i lavori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli interventi per il potenziamento e l'ampliamento dell'ospedale San Gerardo sono iniziati il 18 settembre 2013 e, ad oggi, sul cronprogramma del cantiere risulta un ritardo di un anno. I lavori proseguiranno con le altre tre fasi mancanti che prevedono la realizzazione di opere propedeutiche nei settori A e C del monoblocco e la ristrutturazione, nell'ordine, del settore B, C e A. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento