rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Scioperi

La Brianza si ferma: ecco tutti gli scioperi di gennaio

Un inizio anno all'insegna della mobilitazione. In piazza anche studenti, infermieri e vigili

Il 2022 è iniziato sotto il segno della mobilitazione.  A pochi giorni dall'inzio del nuovo anno sono stati indetti già diversi scioperi. A scendere in piazza i lavoratori dei trasporti pubblici, gli studenti, gli agenti della polizia locale e anche gli infermieri che, nel pieno della pandemia, esausti incrociano le braccia per rivendicare richieste avanzate ancor prima dell'inizio dell'emergenza sanitaria. 

Stop del trasporto pubblico

I primi a scioperare saranno i dipendenti dei trasporti pubblici: venerdì 14 gennaio sciopero nazionale del trasporto pubblico che potrebbe anche coinvolgere le aziende che gestiscono il trasporto pubblico locale a Monza e in Brianza e anche il personale Atm (Azienda trasporti milanesi), quindi fermare metro, tram e autobus. "Rivendichiamo il diritto al rinnovo del contratto e il miglioramento delle condizioni lavorative, sia normative che salariali di una categoria che da sempre responsabilmente, in qualsiasi condizione, svolge un servizio pubblico essenziale, garantendo il diritto alla mobilità dei cittadini", spiegano i sindacati.

Studenti in piazza

Sempre venerdì 14 gennaio scenderanno in piazza gli studenti. Sciopero nazionale indetto dall'Unione degli studenti che chiedono un ritorno in classe in sicurezza e un incontro con il ministro dell'Istruzione Bianchi. " I trasporti e le nostre aule continuano ad essere sovraffollate, gli edifici scolastici sono inadatti per affrontare la pandemia, gli screening in tanti casi non sono stati fatti e non sono ancora stati programmati, le mascherine ffp2 non sono garantite nelle scuole, il sistema dei tracciamenti è completamente saltato", spiegano. 

I vigili protestano

Sabato 15 gennaio sarà invece il turno degli agenti della polizia locale. Lo sciopero è stato indetto dal Sulpl il Sindacato unitario lavoratori polizia locale. All'origine della protesta la mancata riforma che equipara - anche a livello giuridico, previdenziale e assistenziale - il ruolo dei vigili nell'ambito della sicurezza. 

Gli infermieri si fermano

Il 28 gennaio sciopereranno gli infermieri. La protesta nazionale è stata indetta dal NurSind il maggiore sindacato delle professioni infermieristiche. Da tempo il Nursind denuncia anche in Lombardia (Monza e Brianza comprese) una situazione al collasso. Il numero degli infermieri e degli oss (operatorio socio sanitario) è insufficiente, gli infermieri hanno pagato pesantemente i due anni di pandemia e ancora oggi stanno affrontando un forte stress fisico e psicologico. Ferie e riposi saltati, turni massacranti per sostituire i colleghi a casa in quarantena. 

Niente treni

Il primo mese dell'anno si chiuderà con lo sciopero dei treni: tra il 30 e il 31 gennaio si fermeranno i ferrovieri. Lo sciopero dei lavoratori Trenord è stato indetto dalle Rsu 1A e 1B. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Brianza si ferma: ecco tutti gli scioperi di gennaio

MonzaToday è in caricamento