Borghi Trasporti, niente cassa integrazione per il 2012

Vanificate le speranze di impiegati e camionisti, nonostante secondo i sindacati la regione l'avrebbe concessa senza difficoltà: sono già arrivate alcune delle lettere di licenziamento

Ai 54 lavoratori della Borghi Trasporti sono arrivate le lettere di licenziamento. La speranza era che si rinnovasse invece la cassa integrazione in deroga, che è scaduta il 31 dicembre.

Secondo la Filt Cgil, lo spazio c'era. Sei mesi in più, la regione avrebbe potuto concederli senza difficoltà. E a dicembre c'era questa intenzione da parte dell'impresa. Ma poi è cambiato qualcosa, e adesso rimane l'indennizzo per la mobilità, nonché il pre-pensionamento per otto dipendenti.

Tra tutti gli altri, quelli che stanno un po' meglio sono i camionisti, che in massima parte sono riusciti a trovare altri posti di lavoro, quantomeno quelli più giovani, mentre gli impiegati avranno certamente molte più difficoltà.

La crisi della Borghi Trasporti è storia molto recente: operava soprattutto nel trasporto di computer e stampanti, ha risentito delle crisi di Sem e Bames. Fino a pochi anni fa gli addetti erano 130, poi sono diventati 54. La Borghi aveva assorbito nel 2007 decine di lavoratori dell'ex Siemens di Cavenago, poi il tracollo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento