Vietato ammalarsi: l'influenza costa alle imprese MB 2,5 milioni

L'influenza? Un cattivo cliente. La cifra è stata quantificata dalle Camere di Commercio di Monza e Milano che ha calcolato il numero di giornate lavorative perse a causa del virus.

MONZA -  Tempi grami per i lavoratori. Non bastavano disoccupazione, crisi economica e contratti a progetto a "sconsigliare" di ammalarsi. E nemmeno il mal di gola, il dolore alle ossa, le fitte alla testa, che tormentano chi è a letto con la febbre.

I DATI  - I numeri parlano chiaro: l'influenza, sostiene la camera di Commercio di Monza e Brianza che assieme a quella di Milano ha rielaborato dati forniti dall'ISTAT e dal Ministero della Salute, colpisce anche le imprese. Il costo stimato per 13 settimane di freddo, dallo scorso 17 ottobre al 13 gennaio, è già di circa 136 milioni di euro, pari a quasi un milione e trecentomila giorni persi in malattia. Un dato che considera gli occupati italiani costretti a letto, tra imprenditori e lavoratori, per una media di tre giorni di convalescenza a testa ed esclude il costo del week end. Lo studio, precisano gli enti, è stato condotto considerando un'incidenza del virus uguale nelle diverse province.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IN SOLDONI - Ma monetizziamo. Considerando gli addetti influenzati, Milano ha un costo di 9 milioni di euro e quasi 80 mila giorni di malattia, a cui si aggiungono per l'area di Monza e Brianza 2,5 milioni di euro con 21 mila giorni di malattia. Tra le province più colpite c'é Roma con 10,9 milioni e 95 mila giorni persi. Seguono Torino (5,8 milioni di euro per 53 mila giorni), Napoli (4,2 milioni di euro) e Brescia (3,4 milioni di euro). Bergamo, Bologna, Firenze, Varese e Verona  superano tutte i 2 milioni di euro di costi. Il maggior numero di occupati (oltre 102 mila), segnalano ancora gli enti camerali, si è ammalato durante la seconda settimana di gennaio 2013, quasi il 40% in più rispetto alla settimana precedente. E poco importa che la coincidenza sia col picco annuale di freddo.  Il "generale inverno"? Che se ne torni a casa, sembra  essere l'auspicio. Peccato sia un "cattivo cliente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento