"Cattaneo amico di Mosca": tv ucraina cita il sindaco di Ceriano tra i sostenitori italiani del Cremlino

E lui si fa fotografare con un berretto coi colori della bandiera russa

Dante Cattaneo (Fb) con il berretto "russo"

Dante Cattaneo, sindaco leghista di Ceriano Laghetto, è stato incluso in una lista di cittadini (italiani e non) che supportano la Russia da parte di una emittente televisiva ucraina, Ictv, peraltro in un servizio in lingua russa. La cosa, di per sé, non rappresenta una novità (ben si conoscono le idee di Cattaneo sulla crisi tra Russia e Ucraina che perdura dal 2014).

Cattaneo è stato incluso nell'elenco per la sua decisione di intitolare una piazza del Comune di cui è sindaco ai Martiri di Odessa, con un doppio riferimento: sia alle vittime arse vive nel palazzo dei sindacati a maggio 2014, sia alla strage nazista dell'ottobre 1941. 

L'inaugurazione della piazza si è svolta a febbraio del 2015 dopo asperrime polemiche che hanno coinvolto l'ambasciatore ucraino in Italia e il prefetto di Monza-Brianza. La tragedia di Odessa del 2014 è stata successivamente e più volte strumentalizzata da coloro che sostengono i filorussi separatisti del Donbass per accusare l'Ucraina di essere governata da "fascisti" dopo un "colpo di Stato". E del resto, il giorno dell'inaugurazione a Ceriano - oltre alle autorità locali, in primis il sindaco Cattaneo e il suo assessore Marina Stepanovna Milanese - c'erano lo scrittore moldavo Nicolai Lilin, schierato apertamente contro l'Ucraina, ed esponenti di rilievo della Lega Nord.

Il sindaco di Ceriano ha replicato, su Facebook, postando la propria foto con un berretto tricolore rosso-bianco-blu, i colori della bandiera russa, rivendicando quindi di fatto il suo essere schierato con il Cremlino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra gli altri nomi fatti dall'emittente televisiva, quello dell'esponente torinese di Fratelli d'Italia Maurizio Marrone, che aveva aperto una specie di rappresentanza diplomatica della autoproclamata (e da nessuno o quasi riconosciuta) repubblica di Donetsk, e Andrea Palmeri, quarantenne lucchese di estrema destra che si è arruolato volontario in Donbass a fianco dei separatisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Milano, va a trovare il papà in ospedale ma trova il letto vuoto: "Suo padre è morto da ieri"

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Maxi blitz della polizia ai giardinetti e un elicottero in volo sopra Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento