Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica Centro Storico / Piazza Trento Trieste

Monza, città davvero accessibile a tutti: avviata la campagna

L'iniziativa promossa dall'amministrazione comunale per rendere la città ancora più a portata di tutti: un portale e una app per mappare l'accessibilità di Monza

“Vogliamo una città amica di tutti, anche di chi deve convivere con diverse forme di disabilità. Questi cittadini, e anche chi temporaneamente fa uso di carrozzine oppure le mamme con passeggini, devono poter muoversi in autonomia e senza ostacoli. Questo il nostro obiettivo”.

Ha commentato così il vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali Cherubina Bertola l'iniziativa del comune di Monza per semplificare la vita a chi convive, anche temporaneamente con difficoltà motorie o disabilità, e rendere la città più accessibile.

Monza vuole infatti andare oltre alle misure minime da adottare per legge in termini di eliminazione delle barriere architettoniche e fare del capoluogo brianzolo davvero un luogo "amico di tutti".In autunno partirà una campagna per censire e comunicare i luoghi accessibili a persone con disabilità. La campagna è stata promossa dal Comune in collaborazione con i commercianti dell’Unione del Commercio: nascerà un elenco on line di luoghi "accessibili", che sarà aggiornato grazie al lavoro di dodici volontari, tra cui cinque persone con disabilità.

Monza verrà mappata e nello spazio del sito dedicato sarà disponibile una carta della città sulla quale saranno georeferenziate delle icone indicanti i luoghi, cliccando sulle quali sarà disponibile una street view e potrà essere consultata una scheda sull’accessibilità.

Per rendere accessibile a chiunque l'iniziativa è prevista anche la realizzazione di una App.

I luoghi accessibili saranno riconoscibili grazie a una nuova idea grafica presentata in comune dal vicesindaco Cherubina Bertola, e dall’assessore al Commercio Carlo Abbà, alla presenza dei rappresentanti dei commercianti.

Allo stato attuale, in attesa della partenza della campagna dopo l'estate, si è proceduto con un monitoraggio della problematica e un primo censimento dell'accessibilità, passando al setaccio un’ottantina di esercizi di vie e piazze monzesi.

"Dai primi riscontri emerge l'accessibilità di circa il 90% dei locali monitorati, che in certi casi deve essere agevolata dal personale degli esercizi commerciali. Per promuovere una città più amica delle persone con disabilità ma anche delle mamme con passeggini, ad esempio, il Comune sta nel frattempo implementando gli interventi per rendere i luoghi pubblici più accessibili. I servizi sociali sono stati spostati dalla inaccessibile sede di via Arosio a quella di via Guarenti. Mentre nel frattempo sono proseguiti interventi per abbattere le barriere architettoniche nelle pubbliche via, grazie anche alla realizzazione di 400 scivoli sui marciapiedi cittadini" spiegano dal municipio.

“L’aspetto positivo della campagna – ha commentato l’assessore Abbà – è il pieno coinvolgimento degli esercenti nell’informare e sensibilizzare tutti sulla necessità di promuovere il rispetto e il sostegno a chi è meno fortunato. Un'iniziativa che coinvolge anche i luoghi cittadini più visitati dai turisti, per migliorare ulteriormente la capacità attrattiva e di accoglienza di Monza”.

logo monza accessibile-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza, città davvero accessibile a tutti: avviata la campagna

MonzaToday è in caricamento