Il caso

Cani e forasacchi: il monzese che ha sborsato oltre 300 euro al veterinario

I proprietari di animali preoccupati per il mancato taglio dell'erba in città

"Per tutti coloro i quali dicono che i forasacchi non sono un problema". Poche parole, postate da un utente sulla pagina Sei di Monza se, insieme alla foto della nota spesa emessa dalla clinica veterinaria per un intervento chirurgico volto a estirpare il forasacco dal corpo del cane. Di oltre 300 euro.

Tanto è bastato per riportare nuovamente a galla fra gli internauti monzesi, e in particolare fra i proprietari di quattro zampe, la polemica circa il mancato taglio dell'erba in città. Ma soprattutto quello per la presenza dei forasacchi nelle aree verdi. Le graminacee infatti sono parecchio dannose per i cani che vi entrano in contatto perché capaci di penetrare nella cute, nelle orecchie, negli occhi o nella gola, causando danni anche gravi, anche solo se sfiorate. "A Monza sono ovunque e per i cani sono una presenza pericolosissima - ha spiegato l'utente a MonzaToday - La fattura che ho postato fa riferimento a un intervento avvenuto il 5 luglio, per estrarre dal gluteo di una cagnolina un forasacco che aveva creato un forte ascesso"Secondo quanto spiegato ancora dall'utente la presenza dei forasacchi in città sarebbe riscontrabile anche nelle arre verdi dove per legge, invece, andrebbero rimossi. "Gli operatori li estirpano ma poi non li raccolgono. Lasciati sul terreno, dunque, questi tendono poi a proliferare nuovamente". Una situazione che anche agli stessi veterinari della città è ben nota e che invitano i proprietari di animali a fare molta attenzione. 

347420612_6494319230612437_3177168861620045874_n

Nemmeno a dirlo, i commenti dei padroni di quattro zampe sulla pagina Facebook sono tantissimi. "I forasacchi sono un problema serissimo. Alla mia cagnolina è successo due volte" si legge. E poi "Sono molto pericolosi! Soprattutto per le femmine che per fare pipì si abbassano quasi a toccare terra", e ancora "Il cane di una mia amica per ben due volte volte lo ha inalato. Starnuti a ripetizione con anche sangue. Anestesia per fare endoscopia e rimuoverlo due volte in un mese". Tutti preoccupati, e qualcuno pure parecchio arrabbiato con l'amministrazione: "Dovremmo portare il conto da pagare in comune" ha sbottato un altro utente. 

Un problema non da poco. E che pure potrebbe presto trovare una soluzione. Rispondendo a una cittadina che chiedeva informazioni circa la gestione del verde in città, sempre sui social, l'assessore al Governo del territorio Marco Lamperti ha fatto sapere che "dall'1 luglio l'appalto per la manutenzione è cambiato". E che si sta lavorando a proposito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani e forasacchi: il monzese che ha sborsato oltre 300 euro al veterinario
MonzaToday è in caricamento