Coronavirus, a Monza e Brianza 1.108 casi: in Lombardia oltre 27mila contagi

Gli aggiornamenti

Oltre ventisettemila casi positivi in Lombardia e più di tremila morti. Ma per la prima volta dall'inizio dell'epidemia i numeri, nonostante siano importanti e in crescita, possono far sperare che, forse, qualcosa sta cambiando. "Non possiamo cantare vittoria, pero', perche' i dati vanno visti in un arco temporale piu' ampio. Continuiamo a resistere e per garantire a tutti la possibilita' di curarsi". ha commentato l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, durante la quotidiana diretta Facebook sulla pagina di LombardiaNotizieOnline domenica nel tardo pomeriggio per fare il punto sull'emergenza Coronavirus.

Coronavirus, i dati aggiornati

E' di 27.206 persone il numero delle persone contagiate da coronavirus in Lombardia. Il numero dei casi domenica è aumentato di 1.691 unità in un giorno, un dato quasi dimezzato rispetto agli oltre 3mila contagi in più di sabato. Le persone ricoverate in ospedale sono 9.439 e 1.142 di questi si trova in terapia intensiva, in isolamento domiciliare invece ci sono oltre 13mila pazienti. Le guarigioni sono arrivate a quota 5.800 mentre si sono registrati 361 decessi in un giorno. La cifra complessiva dei morti è 3.456.

I casi provincia per provincia

Nella giornata di domenica 22 marzo la provincia più colpita dal Coronavirus resta quella di Bergamo con 6.216 casi, seguono Brescia con 5.317 casi e Milano con 5.096. Successivamente ci sono Cremona (2.895), Lodi (1.772), Pavia (1.306), Monza (1.108), Mantova (905), Lecco (872), Como (512), Varese (386) e Sondrio (2053).

Contagio per un dipendente comunale a Monza

A dare conferma che un dipendente comunale di Monza è affetto da Covid-19 è stato lo stesso sindaco Dario Allevi. Si tratta di una risorsa in forza nella sede di via D’Annunzio. In via Guarenti, invece, presso l'ufficio Servizi Sociali, una persona risulta in quarantena perchè parente di un paziente affetto da coronavirus. “Abbiamo attuato tutti i protocolli necessari dettati da ATS per evitare e, nel caso, contenere un’eventuale diffusione del Covid-19 in Comune” ha spiegato il sindaco.

Limbiate, tre nuovi decessi

Tre persone affette da coronavirus sono decedute nelle ultime ore a Limbiate. A darne notizie è stato lo stesso sindaco Antonio Romeo. "Ci sono comunicazioni che un Sindaco non vorrebbe mai dare anche se, razionalmente e vivendo da settimane in prima persona l’emergenza, ero consapevole che, purtroppo, questo momento sarebbe inevitabilmente arrivato. Stiamo lottando da tempo contro un nemico invisibile. Invisibile ma implacabile. E’ una guerra ormai quella contro il Coronavirus. Una guerra che i tre nostri concittadini di Limbiate hanno perso" ha scritto.

"Ognuno di noi deve fare la propria parte. Rispettando rigidamente tutte le norme, seguendo scrupolosamente tutte le raccomandazioni, perché ognuno di noi ha un ruolo fondamentale e determinante. Conserviamo nei nostri cuori la memoria dei nostri tre concittadini e restiamo a casa. Solo con la tenacia e la buona volontà di tutti, il loro sacrificio non sarà stato inutile. E torneremo presto a gustare pienamente la bellezza della nostra vita". 

Tra le vittime anche Don Franco Carnivali, parroco monzese

Don Franco Carnevali, parroco di San Carlo, è una delle vittime del coronavirus. Il sacerdote, 68 anni, è morto domenica 22 marzo. La comunità pastorale Santissima Trinità d'Amore che insieme alla parrocchia di San Carlo - dove il parroco abitava - comprende anche Sacro Cuore di Triante e San Giuseppe piange Don Franco, da sempre impegnato nell'attività pastorale dedicata agli stranieri e ai giovani e vicino ad Azione Cattolica.

Don Franco era stato trasferito all'ospedale San Gerardo di Monza a causa di una crisi respiratoria dovuta alla polmonite in atto ed era stato intubato. Le sue condizioni sembravano essere migliorate poi però un repentino peggioramento e il decesso che ha lasciato un enorme vuoto in tutta la comunità pastorale e in città. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Triuggio, chiuso supermercato dopo contagio dipendente

Un supermercato chiuso a Triuggio a causa del Coronavirus. Nel pomeriggio di sabato ha chiuso momentaneamente i battenti l'ItalCop di via Don Meroni 1 nel comune brianzolo. Successivamente è stata confermata la presenza di un contagio tra il personale del punto vendita. A darne notizia e a informare i cittadini, insospettiti per l'improvvisa chiusura, è stato lo stesso comune di Triuggio che ha pubblicato una nota. "E' stato confermato il caso di positività al Covid-19 di una risorsa umana del supermercato ItalCoop di Via Don Meroni, 1 a Triuggio, chiuso, nel pomeriggio di sabato 21 marzo. Nel pomeriggio di oggi (domenica, Ndr) la direzione della Cooperativa ha disposto la sanificazione di tutti gli ambienti. Rimaniamo in attesa di comunicazioni, relative all'applicazione dei protocolli previsti in questo caso da ATS Brianza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si butta a terra all'Esselunga: "Ho fame" e gli regalano spesa. Poi sputa alla guardia

  • Mascherina obbligatoria per uscire: 250mila distribuite gratis a Monza e Brianza

  • Coronavirus, in Brianza 111 nuovi casi: al via la distribuzione (gratis) di mascherine

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • La lettera dell'infermiera del San Gerardo: "Ho stretto le mani di chi moriva solo"

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

Torna su
MonzaToday è in caricamento