Degrado e sicurezza / Piazza Cambiaghi

La piazza diventata mercato della droga e dove le donne hanno paura di passare

Ragazzi che dormono in mezzo alla strada, donne importunate, spaccio a cielo aperto e portici utilizzati come bagni: ecco cosa succede in piazza Cambiaghi

“Il ritmo sembrava cambiato ed eravamo davvero contenti. Ma adesso si sta facendo marcia indietro e la situazione è davvero molto critica. Per il degrado, la microcriminalità, i bivacchi e le molestie alle donne che attraversano la piazza. Mi auguro che si intervenga in fretta”.

A parlare alla redazione di MonzaToday è un residente di piazza Cambiaghi. Una piazza da anni al centro di denunce di degrado con i portici trasformati in luogo di bivacco dei senzatetto, con la fontanella trasformata in doccia o vespasiano a cielo aperto. In autunno l’amministrazione comunale aveva effettuato un intervento di pulizia e sanificazione dell’area e di accompagnamento delle persone che vi bivaccavano presso le strutture di accoglienza. Ma da qualche mese la situazione è peggiorata e la piazza è ritornata ad essere “casa” di alcune persone senza fissa dimora, ma anche di spacciatori e giovani tossicodipendenti. Tanto che l’amministratore di uno dei condomini, dopo le ennesime segnalazioni degli inquilini alle forze dell’ordine, ha inviato una lettera ufficiale in comune chiedendo un rapido intervento.

Il degrado nella piazza del mercato

Giovani che dormono sotto i portici

“Noi non ce la facciamo più - racconta il residente -. Piazza Cambiaghi è un disastro. La mattina sotto i portici ci sono giovani che dormono. Si tratta di ragazzi italiani, ai quale qualche volta si aggrega anche qualche giovane straniero.  Impossibile passare: c’è un odore di urina nauseabondo. È da tempo che l’area non viene sanificata. Settimana scorsa, peraltro, ho allertato la polizia locale. C’era un uomo sdraiato sotto i portici che sembrava non dare segni di vita, ma probabilmente era solo sotto gli effetti della droga”.

Spaccio alla luce del sole

Perché, come riferisce il monzese, il grande problema non è più solo quello dei bivacchi, ma anche quello dello spaccio. "È un continuo via vai di pusher e clienti, sia di giorno che la sera - prosegue -. Sono velocissimi, neppure il tempo dello scambio della dose che il cliente si apparta sotto i portici e consuma la droga. Poi il resto della giornata lo trascorre in piazza a importunare chi parcheggia l’auto e non gli lascia qualche euro”.

Donne importunate

Adesso ad avere paura sono soprattutto le donne e le ragazze. “Non ho parole - conclude -. Ho assistito alla scena di una donna che mentre attraversava la piazza riceveva apprezzamenti molto volgari e inviti irripetibili. Non si tratta di un caso isolato, purtroppo la situazione prosegue da mesi e sta degenerando. È necessario che il comune e le forze dell’ordine intervegano prima che succeda qualcosa di grave”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La piazza diventata mercato della droga e dove le donne hanno paura di passare
MonzaToday è in caricamento